Arkeda Open House 2017

NAPOLI – Alla Mostra d’Oltremare dall’1 al 3 dicembre si terrà Arkeda, Mostra Convegno dell’Architettura, Edilizia, Design & Arredo, organizzata da Progecta.

Ma c’è un’anteprima in programma giovedì 30 novembre: Arkeda Open House 2017. È quasi  un numero zero che presenta i tratti essenziali dell’evento, ideato dalle giornaliste Annalisa Tirrito e Daniela Ricci.

Arkeda Open House 2017 nasce come fuori salone, cui è legata nei temi e negli intenti, tanto da arricchirne l’offerta, con l’appuntamento di case e studi d’architetti cittadini, aperti al pubblico. Come vetrine, nonché spunti di design e progettazione edilizia di una città unica, gli architetti aprono i loro spazi, per ricevere e raccontare come in salotto il proprio lavoro, con una presentazione che anticipa l’evento, catalizzando attenzione sull’argomento strutturale che interessa tutti, come abitanti di case, ville e palazzi che desiderano perseguire il meglio, cercando comfort e piacevolezza nei propri ambienti. Il pubblico è informato ed esigente e, come in questo caso, itinerante: dovrà raggiungere gli appuntamenti proposti dagli architetti per un panorama d’offerta ampio, che spazia dagli incontri professionali in fiera a quelli per gli utenti finali in open house giovedi 30.

La casa, il focolare, l’intimità sono per Arkeda Open House, punti di forza, che vanno dritto al cuore, proponendo un itinerario di case e studi di architetti aperte e visitabili, dove il professionista attento propone il suo stile, attraverso una visita guidata negli ambienti o una performance live, per raccontare dal vivo come vivono il design e gli spazi coloro che di piantine e progetti ne hanno fatto una professione.

Una dimostrazione di grande passione e apertura creativa che esordisce quest’anno, con studi di architettura o casa-studio, interessanti per varia valenza, svelando curiosità, aggiornando, o fornendo idee di ristrutturazione della propria casa in convivialità. Per un evento che si presenta fin da subito in una formula novità, e che si amplierà nelle prossime edizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *