A scuola dal Gorilla

NAPOLI – La libreria di tutti iocisto martedì 28 febbraio alle 17.30 ospita la tappa napoletana di Officina Nera con il giallista Sandrone Dazieri. Un’imperdibile incontro-lezione sulla scrittura di romanzi noir e thriller in occasione dell’uscita del suo nuovo romanzo L’Angelo (Mondadori) per analizzare e discutere con  uno dei più amati scrittori e sceneggiatori italiani le tecniche fondamentali della narrativa di genere, dal giallo, al noir, al thriller.

Proprio il gusto del confronto e del dibattito porta a questa maniera diversa di incontrare i lettori: «Infatti, spesso le presentazioni in libreria diventano noiose e ripetitive ha spiegato Dazieri – e non è dato sapere, se tra chi ti ascolta ci sono persone veramente interessate.

Con Officina Nera invece, come in una scuola, ci sono delle regole. L’acquisto dell’ultimo libro L’Angelo alla libreria iocisto rilascerà un pass per partecipare all’incontro e potersi davvero confrontare con la voglia di leggere gialli e magari di riuscire a scrivere.

I gialli si leggono molto, adesso sono in tutte le classifiche. Ai tempi d’oro il Giallo Mondadori vendeva mezzo milione di copie e i titoli di Agatha Christie il doppio. Il fatto è che chi li legge ora li vuole scrivere: la maggior parte delle persone, però, presenta storie di vita delle proprie città, viaggi vissuti e romanzati. Quello che io cerco è di farli spostare da una sorta di diario ben scritto a una scrittura vera e propria».

L’autore. Sandrone Dazieri è nato a Cremona nel 1964. Detto il Gorilla – dal suo primo romanzo Attenti al Gorilla – ha un passato nel movimento dei centri sociali ed in particolare con il Centro Sociale Leoncavallo di cui è stato attivista, impegnandosi in lotte ambientaliste e per il diritto alla casa.

Arrestato durante una manifestazione contro la centrale nucleare di Montalto di Castro nel 1986, all’età di 22 anni,  incarcerato per un breve periodo, verrà sempre assolto nei numerosi processi che lo vedranno imputato nei dieci anni a seguire per reati che vanno dall’occupazione alla manifestazione non autorizzata. Le ruspe che distrussero il Leoncavallo nel 1994 segnerono anche il suo addio alla politica attiva. «Non ho rimpianti – dice Dazieri – ma è un percorso che si è esaurito».

 Il libro. L’Angelo, l’attesissimo secondo capitolo di una serie unica nel panorama italiano.  Tornano Colomba Caselli e Dante Torre, protagonisti di Uccidi il padre, romanzo molto amato dai lettori di Sandrone Dazieri. Questa volta la storia corre come un treno e proprio da un vagone arrivato a Roma da Milano con un carico di morte, iniziano le gesta di L’Angelo o meglio Giltiné

Officina Nera. Questo fa parte del  tour itinerante di incontri -10 tappe in librerie selezionate – incentrati sulla scrittura creativa, in cui Dazieri tratta numerosi temi (punto di vista, intreccio, effetto sorpresa, atmosfera), riflettendo sul processo creativo di un romanzo, a partire dal momento in cui si scrive la prima riga, passando per i consigli per farsi leggere dagli editori, fino alla pubblicazione in libreria.

Non esiste un biglietto di ingresso per partecipare, ma sarà necessario acquistare il libro L’Angelo. E a giudicare dai precedenti incontri, ne vale davvero la pena!

Per acquistare il libro e per maggiori informazioni: iocistolibreria Via Cimarosa, 20 (Piazza Fuga): 0815780421

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: