Acqua, Bene comune

di Stanislao Scognamiglio

PORTICI (NA) – L’acqua è un bene comune. In quanto tale, occorre quindi garantire a tutti il diritto primario di accesso all’acqua; far arrivare nelle case di tutti acqua pulita e sicura a un costo accessibile, stabilendo delle eque tariffe, limitare le dispersioni e gli sprechi di una tanto preziosa risorsa, combattere l’inquinamento dei corsi d’acqua di superficie e delle falde acquifere.

Nel lontano giugno 2011, attraverso il voto referendario, 26 milioni di italiani hanno espresso la sovrana volontà di abrogare il decreto Ronchi, «… che obbligava gli enti locali a mettere a gara anche la distribuzione dell’acqua nelle case, e che andava cancellata la voce della bolletta che garantiva un’adeguata remunerazione del capitale investito dai gestori».

Ancor’oggi, come allora, nonostante il doppio SI, puntualmente disatteso dal Governo, il referendum sull’acqua pubblica genera problemi a cui non si può non prestare attenzione.

Solo attraverso l’oculata legislazione sulle risorse idriche, la ferrea capacità di resistere alle pressioni delle lobby, le giuste scelte della politica locale, regionale e nazionale tendenti a evitare la creazione di nuove povertà o di esclusioni che ledano il diritto alla vita e alla vita dignitosa, lo strenuo impegno dei movimenti cittadini per la tutela dell’ambiente, si potrà far nascere la possibilità di preservare questa risorsa rinnovabile per il nostro pianeta e bene primario per l’umanità, da far fruire alle future generazioni.

L’importanza di tali temi ha indotto il Comitato Beni Comuni di Portici a invitare, al grido il mio voto va rispettato, i cittadini a «informarsi e a non subire passivamente scelte che pesano così gravemente sul futuro del nostro pianeta, e della nostra vita».

Pertanto, per dibattere le scottanti problematiche, alle ore 17.30 di giovedì 25 maggio in Villa Fernandes in via Diaz 144 si terrà l’incontro dibattito sul tema Acqua e Democrazia. Il ruolo dei Comuni nella gestione del servizio idrico.

Ai lavori, moderati da Domiziano Graziani della Rete Civica Ato 3 e introdotti da Enzo Ruggiero del Comitato Beni Comuni – Acqua Comune Don Tonino Bello di Portici, interverranno:

  • Consiglia Salvio, Coordinamento Regionale Campano per la gestione pubblica dell’Acqua

La lotta per l’Acqua Pubblica in Campania: Storia, esperienza, significato

  • Giuseppe Grauso, Coordinamento Regionale Campano per la gestione pubblica dell’Acqua

Il riordino del Servizio Idrico in Campania e l’EIC

  • Maurizio Montalto, presidente dell’Istituto Italiano per gli studi delle Politiche Ambientali

L’Attacco alle fonti d’acqua e la rete a difesa delle sorgenti

  • Raffaele De Simone, sindaco del comune di Roccarainola -Napoli

L’impegno della rete dei Sindaci per la ripubblicazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: