Affresco crollato della chiesa di Sant’Antonio: appello di padre Claudio Joris

PORTICI (NA)Il crollo dell’affresco: erano le 16 del 17 giugno 2017 quando la parte centrale della cupola del presbiterio dell’antica chiesa consacrata a Sant’Antonio da Padova, officiata da Frati Minori Conventuali in via dell’Università n. 74 si staccò parzialmente provocando il danneggiamento del meraviglioso affresco La gloria di Cristo insieme con i Quattro Evangelisti del pittore Angelo Mozzillo eseguito nel 1793.

I Frati Minori Conventuali, aspettando la messa in sicurezza del luogo sacro recintandone la navata principale, assicurarono comunque la celebrazione dei riti in convento. Appena possibile, l’altare fu leggermente spostato  e la chiesa riaperta ai fedeli.

Un lavoro di recupero e restauro importante, che perciò comporta un costo molto elevato. Ormai la cifra necessaria è stata in gran parte raccolta, ma manca ancora un piccolo aiuto. Quindi riportiamo integralmente  l’appello del parroco Padre Claudio Joris.

Intervento e messa in sicurezza dell’affresco seicentesco della Chiesa di Sant’Antonio da Padova in via Università 74 

Come ormai è ben noto, il 17 giugno scorso, si è verificato un crollo dell’affresco che è posto sull’altare maggiore all’interno della nostra chiesa.

La Soprintendenza BB. CC. e l’ufficio tecnico del Comune di Portici hanno ordinato l’interdizione dei locali della chiesa fino a quando non abbiamo proceduto alla messa in sicurezza di tutta la struttura.

Abbiamo già proceduto a far catalogare e recuperare tutti i resti dell’affresco crollato.

Tali lavori nonché quelli necessari al recupero dell’affresco richiederanno un enorme sforzo economico, che va ben oltre le possibilità della nostra comunità.

Pertanto chiediamo il vostro aiuto per poter raggiungere questo obiettivo comune. Anche una piccola donazione per noi è davvero preziosa.

Grazie !!!

Come donare?

Si può dare il proprio contributo in diversi modi:

  • Raccolta fondi su Internet, in collaborazione con la società Meridonare – Fondazione Banco di Napoli, collegandosi al sito www.meridonare.it e cercando il nostro progetto Va e ripara la mia casa. Fino al 31 gennaio, andando sulla goccia con la scritta DONA e scegliendo importo donato e modalità di pagamento (carta di credito o bonifico). È possibile farlo con la carta di credito, PayPal e bonifico bancario. Se si sceglie la terza modalità, dopo aver inserito il proprio indirizzo di posta elettronica, si riceverà un’e-mail con le informazioni necessarie.
  • Donazioni liberali una tantum,da consegnare in segreteria nel chiostro del convento di Sant’Antonio.
  • Bonifico bancario su c/c intestato a “la cetra angelica onlus”indicando nella causale “progetto va e ripara la mia casa contributo liberale” – IBAN: IT67R0200840092000103311981.
  • Donazione di un importo fisso mensile previa la propria registrazione con apposita scheda, che sarà fornita presso la segreteria.

Il Parroco

Padre Claudio Joris  

… l’immagine di Cristo crocifisso, dal dipinto gli parla, movendo le labbra. «Francesco, – gli dice chiamandolo per nome – va’, ripara la mia casa che, come vedi, è tutta in rovina…»

Articolo correlato:

https://wp.me/p60RNT-1JO

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: