Al CAN benessere per i nascituri e Letture in pancia

SAN SEBASTIANO AL VESUVIO (NA) – Nella sede della Croce Rossa in piazza della Concordia giovedì 1 febbraio partirà il CAN (Corso di Accompagnamento alla Nascita) promosso dall’Unità Operativa Materno Infantile del Distretto Sanitario 54, direttore dottor Luigi Granato, dell’Asl Napoli 3 Sud, diretta dal dottor Giacomo Di Fiore. Referente del programma è la dottoressa Giuseppina Di Lorenzo.

Il corso CAN, gratuito, della durata di 2 mesi, rientra nella campagna di promozione del parto spontaneo, si realizza in collaborazione con l’Amministrazione Comunale di San Sebastiano ed il nucleo locale di Croce Rossa, coinvolgerà un team di medici specialisti ed esperti che guideranno le partorienti nel «… maturare la consapevolezza e trasformare l’idea del dolore e della sofferenza del parto», come si legge nella nota diffusa dal consultorio familiare locale.

CAN: 12 incontri complessivi che impegneranno pediatri, ostetriche, neonatologi, psicologi, assistenti sociali ma anche pedagogisti e promotori culturali che cureranno, in particolare,  gli appuntamenti specifici coi papà e quelli dedicati alla musica ed alla lettura.

«Siamo molto soddisfatti – ha dichiarato il Sindaco di San Sebastiano al Vesuvio con delega alle Politiche Sociali, Salvatore Sannino – di riuscire finalmente ad attivare il corso, che rientra nei livelli essenziali di assistenza (LEA), in una sede più adeguata grazie alla collaborazione tra la Direzione Sanitaria del Distretto 54 che, oltre al personale specializzato, ha fornito anche la strumentazione d’avanguardia ed il Comitato di Napoli della Croce Rossa».

Così Assia Filosa, assessora alle Politiche per l’Infanzia ed alla Cultura: «Questo servizio socio-sanitario d’eccellenza si potrà integrare con un progetto di educazione alla lettura che miri a rafforzare il legame genitoriale sin dalla fase embrionale. Sono sempre più numerosi, infatti, gli studi che dimostrano che la lettura prenatale riveste grande importanza nello sviluppo emotivo e cognitivo del nascituro e che i libri diventano importanti strumenti di relazione e comunicazione con chi è in totale ascolto da dentro la pancia».

All’incontro del 23 febbraio parteciperanno infatti anche i referenti di Leggere al pancione per fornire ai futuri genitori informazioni su strumenti e metodi per avvicinare i propri figli al libro, condividendo il piacere della lettura e l’esperienza della genitorialità con tutte le difficoltà dei primi mesi.

Per maggiori informazioni e prenotazioni: 081 5509157 – 5509284

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: