Al Museodivino Donne&Dante

Da Virginia Woolf a Beatrice, la Divina Commedia di Dante Alighieri al femminile a marzo al Museodivino: un calendario ricco di eventi

NAPOLI – Negli spazi del Museodivino in via San Giovanni Maggiore Pignatelli  domenica 8 marzo, dalle ore 16 verrà  presentato il calendario di marzo, tra festa della Donna e Dantedì. L’incontro prevede thè, biscotti, visite guidate e approfondimenti culturali sui grandi maestri che hanno rappresentato la Divina Commedia nell’arte accompagneranno la presentazione delle attività che si svolgeranno nel mese di marzo sul tema Donne&Dante.

Tutte le attività si terranno nel Museo, che ospita una serie ancora poco conosciuta ma unica al mondo di opere in miniatura ispirate alla Divina Commedia da ammirare con l’aiuto della lente d’ingrandimento fornita all’ingresso dell’esposizione. Il programma di marzo proposto dall’Associazione Progetto Sophia. Donne verso la Bellezza seguirà il filo rosso del rapporto tra la Divina Commedia e la figura femminile, celebrando al tempo stesso la Giornata Internazionale della Donna e il primo Dantedì della storia.

Per tutto il mese, dalle 10 alle 21, sarà possibile vistare la collezione a ingresso ridotto per chi prenota in anticipo, con approfondimenti sulla storia dell’iconografia dantesca e particolare attenzione alla figura femminile. La visita serale delle 21, per un gruppo ridotto di massimo 10 visitatori, sarà seguita da tre spettacoli teatrali che esplorano questo stesso tema seguendo nel corso del mese la struttura tripartita della Divina Commedia:

  • dal 9 al 15 marzo Donne, Inferno, Orrore con la partecipazione straordinaria di Edgard Allan Poe;
  • dal 16 al 22 Donne,  Purgatorio,  Matrimonio, Giulietta Masina e Federico Fellini o l’arte di faticare per stare insieme;
  • dal 23 al 31 Donne,  Paradiso, Estasi, ovvero la Divina Commedia dal punto di vista di Beatrice.

Inoltre, n data da definire tra il 27 e il 28 marzo il centro studi del museo propone infine un incontro a porte aperte con Teresa Prudente, tra le massime esploratrici italiane del modernismo, sul rapporto tra la Divina Commedia e l’opera di Virginia Woolf.

Data l’attuale situazione, la prenotazione è necessaria per garantire gli ingressi a scaglioni dei visitatori alla Collezione all’indirizzo info@museodivinonapoli.it o al recapito WhatsApp 339 4640080

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: