Al via la II edizione di Corti al Molino

MONTENERO VAL COCCHIARA (IS) – Nelle sale dell’Asilo e negli spazi all’aperto del Momu-Molino Museo apre i battenti la II edizione di Corti al Molino, rassegna cinematografica interamente dedicata al cortometraggio indipendente, che mira alla valorizzazione di registi, emergenti e non, promuovendo opere di altissimo livello di qualità.

L’iniziativa, un’esclusiva per il paese e non solo, avrà luogo sabato 18 e domenica 19 agosto 2018 dalle ore 21, è a cura di Giancarlo Giacci e Daniela Ricci.

La rassegna, organizzata dal Momu-Molino Museo in collaborazione con l’Associazione culturale Amici del Museo Molino, sarà presentata dal Sindaco di Montenero Val Cocchiara Filippo Zuchegna, dai curatori e dai critici cinematografici Ignazio Senatore,Mario Franco  e Alberto Castellano e i registi Alfredo Mazzara, Gianluigi Gargiulo.

La manifestazione è stata  realizzata quest’anno  anche grazie ad un crowdfunding con www.eppela.com e  gode del  Patrocinio della Regione Molise, del Comune  di Montenero Val Cocchiara, il Matronato della Fondazione Donnaregina per le arti contemporanee di Napoli, e il sostegno di Val Cocchiara Retreat di Montenero Val Cocchiara, Country House incastonata tra le montagne del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise e della Banca Bper.

L’idea di proporre al pubblico una rassegna di cortometraggi nasce dalla riflessione che il corto permette, per la sua stessa brevità ed essenzialità, di affrontare in sole due serate di proiezioni un universo di temi e visioni differenti; come spiega Giancarlo Giacci: “I corti possono essere visti come delle frecce appuntite, che possono colpire in profondità con un minimo sforzo”. Ecco perché, nel progettare la rassegna, si è scelto di partire da una attenta e scrupolosa ricerca di buoni film, ma anche e soprattutto di opere che affrontino tematiche di grande interesse e siano capaci di suscitare forti emozioni.

Tra i tanti corti in programma:

  • La Barba e Da Morire di Alfredo Mazzara,
  • La Porta del destino di Alessandro Zizzo,
  • La legge di Jennifer di Alessandro Capitani,
  • La Giornata di Pippo Mezzapesa,
  • Mistereosofica fine… di Giuseppe Bucci da un testo di Enzo Moscato,
  • Napul’è di Gianluigi Gargiulo,
  • L’ultimo giro di valzer di Francesco Felli,
  • Stranger di Erez Tadmor,
  • Musica mia di  Andrea Carotenuto,
  • Manicure di Francesco Natale,
  • Lei di Roberto Polito,
  • Sensazioni d’amore di Adriano Pantaleo,
  • Senza parole di Antonello De Leo,
  • Ninna Nanna di Giovanni Ziberna.

La Fondazione Donnaregina per le Arti Contemporanee ha varato nel 2013 un programma di patrocinio, denominato MATRONATO, volto al riconoscimento e alla promozione di progetti (aventi sede in una delle seguenti regioni italiane: Campania, Abruzzo, Molise, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Sardegna), che, per il loro valore e qualità culturale, stimolino la coesione sociale, la ricerca scientifica e umanistica, il dialogo fra diverse discipline, il supporto alla produzione e alle mediazione artistica quali fonte e stimolo di progresso collettivo.

L’ingresso a Corti al Molino è gratuito.

Per prenotazioni: dricci62@gmail.com; 347 0824165; www.molinomuseo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *