Andar per sagre

di CIRO SANTISOLA

Ecco per voi alcuni appuntamenti con gli eventi in programma per questo fine settimana.

santanastasia

SANT’ANASTASIA (NA) – Dalle 18 di sabato 2 e dalle 9 di domenica 4 dicembre nella centralissima piazza Cattaneo del comune dell’entroterra vesuviano, si terrà la XII edizione della Tradizioni e Sapori: Sagra del capretto anastasiano.

Una manifestazione, organizzata dalla Pro Loco, con il patrocinio del Comune di Sant’Anastasia e del Parco Nazionale del Vesuvio, nata per valorizzare le potenzialità enogastronomiche, naturalistiche, culturali, storiche, turistiche del territorio.

Protagonista dell’evento il capretto anastasiano, il cui allevamento e successiva macellazione «… affonda le proprie radici nell’antica pratica della transumanza, quando pastori abruzzesi, molisani ed irpini, nel condurre il bestiame verso il mare durante il periodo invernale, erano soliti sostare nelle campagne anastasiane, rinomate sia per la favorevole collocazione geografica alle pendici del monte Somma sia per la rigogliosa vegetazione delle proprie terre. Con il passare del tempo i pastori anastasiani si sono specializzati nel commercio, nell’allevamento ma, soprattutto, nella macellazione delle carni ovine e caprine. Infatti, proprio le particolari tecniche adoperate durante la macellazione, tramandate di generazione in generazione, contribuiscono ad esaltare la genuinità delle carni»

Oltre alla degustazione di prodotti tipici locali presentati presso gli stand gli ospiti potranno seguire i numerosi spettacoli musicali e di intrattenimento.

Nel corso della manifestazione, proponendo le loro performances artistiche, si esibiranno:

  • venerdì 2 dicembre: Accademia di ballo Dream Dance della maestra coreografa Concetta De Simone, la cantante Rosanna Puopolo;
  • sabato 3 dicembre: gruppo popolare Rarecanova;
  • domenica 4 dicembre: giovani talenti canori della PMC di Sant’Anastasia. Inoltre gli appassionati della cultura del territorio, potranno seguire i due incontri, in programma domenica 4 presso la tendo struttura:
  • ore 9.30 – convegno sull’Arte rurale anastasiana. Gli allievi dell’Istituto Comprensivo 2 di Sant’Anastasia presenteranno i loro elaborati
  • ore 11- convegno sul tema Arte e Archeologia del Monte Somma. Relazioneranno il professor Carmine Cimmino, storico vesuviano e il professor Antonio de Simone, archeologo.

Per maggiori informazioni: 3404634603

cetara

CETARA (SA) –  Da venerdì 2 a domenica 4 dicembre, il suadente borgo marinaro della Costiera Amalfitana celebrerà la Festa della colatura di alici.

Un evento, nato per promuovere la tipica colatura di alici, tradizionalmente tenuto agli inizi di dicembre in coincidenza con la spillatura del liquido ambrato.

La manifestazione si svolgerà con il seguente programma:

  • Venerdì 2 dicembre, alle ore 17,30 alla sala M. Benincasa, si terrà la tavola rotonda per dibattere sul tema Prodotti tradizionali ed esigenze di tutela: la colatura di alici.

I rituali saluti di benvenuto saranno resi da Fortunato Della Monica, sindaco di Cetara, da Antonio De Santis, presidente della pro loco Cetara-Costa d’Amalfi, da Pietro Pesce, presidente dell’Associazione amici delle alici e da Lucia Di Mauro, presidentessa dell’Associazione per la valorizzazione della colatura di alici di Cetara.

Interverranno al dibattito: Secondo Squizzato, presidente del comitato tecnico-scientifico dell’Associazione per la valorizzazione della colatura di alici di Cetara; Franco Alfieri, consigliere delegato del presidente all’Agricoltura, Caccia e Pesca della Regione Campania; Antonio Limone, direttore dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno di Portici; Vincenzo Peretti dell’Università Federico II di Napoli; Mario Grimaldi, ideatore del progetto FarmaGourmet; Gilles Pappalardo, armatore; Peppe Guida, chef dell’osteria Nonna Rosa.

Modererà i lavori Luciano Pignataro, giornalista enogastronomico.

A conclusione dei lavori seguirà la spillatura del tradizionale terzigno e la degustazione della nuova colatura, curata dai ristoranti La Cianciola, San Pietro e Al Convento. 

  • Sabato 3 dicembre, con inizio alle 13 nelle sale dell’Hotel Cetus, si terrà il Premio Gastronomico Ezio Falcone.

Curata da Angela Speranza, assessore alla cultura e al turismo, la gara, vedrà cimentarsi ai fornelli giornalisti, foodblogger nonchè cultori della cucina tradizionale.

La manifestazione, aperta a tutti, sarà condotta e presentata da Raffaella Gambardella.

I piatti preparati saranno valutati dalla giuria composta da Fortunato Delle Monica, sindaco di Cetara; Barbara Guerra, redattrice della Guida dei Ristoranti del Touring Club; Albert  Sapere, food and wine critic; Emiliano Amato,  direttore de Il Vescovado; Luigi D’Alise, direttore dell’agenzia di stampa Agopress; Marco Contursi, giornalista; Sergio Sbarra, l’Avvocato Gourmet; Secondo Squizzato.

La competizione kermesse cetarese si avvarrà del sostegno di numerosissimi sponsor: Delfino, Nettuno e Iasa, produttori ittici; Molino e Pastificio Antonio Amato, pasta; San Pietro, La cianciola, Al Convento, Cetaria e Acquapazza, ristoratori; Cantine Mediterranee, Le vigne di Raito e Antica Tenuta il Trignano, vini; Agrocetus, liquori e limoncello; Cetarii, Crivelli e Merce Rara, colatura di alici; Roberto De Crescenzo, azienda agricola; Caseificio Barlotti, mozzarella di bufala e latticini.

Per l’occasione saranno preparati il gelato con mozzarella di bufala e colatura di alici

  • Domenica 4 dicembre, in chiusura dell’evento, in tutti i ristoranti e le pizzerie di Cetara, si terrà Viva la colatura nuova.

Nel corso della serata si potrà accedere al menu-degustazione a base di colatura.

In occasione della corrente edizione verrà presentato Festa della colatura di alici un personaggio a fumetti, Alì Cola, ispirato dalla colatura di alici di Cetara.

Nato dalla matita del disegnatore salernitano Vincenzo Lauria nasce, il protagonista del fumetto presto diventerà anche interprete di un cortometraggio.

caserta

CASERTA – Da venerdì 2 a domenica 4 dicembre, il centro storico di Caserta ospiterà (CE)GUSTO.

Lo street fest casertano si pone l’obiettivo di valorizzare le ricchezze agroalimentari dell’intero territorio campano e, al tempo stesso, di offrire ai visitatori un’atmosfera di festa.

Food Truck, furgoncini con cucina attrezzata, stands delle aziende vinicole, brassicole, artigianali, buona musica e arte di strada riempiranno di colori, sapori, suoni l’ampio piazzale antistante la reggia vanvitelliana, per l’occasione trasformato in un salotto a cielo aperto.

Nell’arco dei tre giorni della festa, inoltre, saranno organizzate anche delle visite guidate alle bellezze artistiche e storiche della città.

I momenti musicali e gli spettacoli d’arte di strada, che animeranno l’intera manifestazione, saranno diretti dai giovani dell’associazione culturale ZeroZero Live.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: