Andar per sagre

di Ciro Santisola

Carissimi, ecco alcuni appuntamenti per il week end

NAPOLI – L’incomparabile lungomare Caracciolo da giovedì 18 a domenica 21 maggio ospiterà la prima edizione dell’evento BaccalàRe. Unico e indiscusso protagonista della kermesse napoletana di alta qualità gastronomica naturalmente sarà il baccalà.

Durante i quattro giorni dedicati dell’evento, gli amanti della buona cucina potranno gustare la prelibata pietanza molto amata dai napoletani, preparata in tanti modi diversi seguendo le gustose ricette della tradizione culinaria nazionale.

Inoltre, gli ospiti potranno partecipare ai seminari per scoprire le virtù nutrizionali del pesce essiccato e il suo rapporto con la Dieta Mediterranea, per apprendere i metodi di conservazione e di preparazione del baccalà, per seguire le preparazioni dei piatti a base di baccalà sotto la guida di chef stellati, per gustare degli ottimi vini; per ascoltare della buona musica.

Questo il programma della manifestazione:

Giovedì 18

  • Ore 10.30 – scolaresche e presentazione del progetto ai ragazzi
  • Ore 11.30 – corso sul baccalà per bambini: origini, diffusione, metodi di conservazione. Dal contenuto al contenitore
  • 30 – conduttore radio presenta l’evento Minions Live – vincitori contest musicale “Come t’inCanto”
  • 14 – attività stand / sponsor
  • 17 – inizio conduzione Radio Marte
  • 17,.30 – “Ago e la banda larga”
  • 18 – Inaugurazione evento alla presenza autorità
  • 19 – interventi istituzionali e interviste
  • 30 – presentazione ristoratori e chef stellati
  • 30 – galà dinner
  • 21 – serata spettacolo – Frankarmada
  • 23 – D.F. band live

Venerdì 19 maggio

  • 30 – corso sul baccalà per bambini: origini, diffusione, metodi di conservazione. Dal contenuto al contenitore
  • 12 – apertura al pubblico, conduttore radio presenta l’evento Minions Live – vincitori contest musicale “Come t’inCanto”
  • 15 – attività stand / sponsor
  • 16 – corso di approccio al vino (fase 1) con Tommaso Luongo
  • 17 – degustazione formaggi con ONAF
  • 30 – tavola rotonda: baccalà e le qualità nutritive nella dieta mediterranea
  • 30 – tavola rotonda: baccalà e tradizione
  • 19 – esibizione Tai
  • 30: D.F.band live apertura a Colasurdo
  • 30 – serata spettacolo: Colasurdo, Antonella Morea, Lucia Di Sapio, Giovanni Borrelli …
  • 22,.30 – Badge Band

Sabato 20 maggio

  • 12 – apertura al pubblico, conduttore Radio Marte presenta l’evento
  • 30 – visita agli espositori, presentazione chef stellati, presentazione vini
  • 15 – attività stand / sponsor
  • 16 – degustazione formaggi con ONAF
  • 17 – corso di approccio al vino (fase 2) con tommaso luongo
  • 30 – tavola rotonda: imprese, economia e giovani
  • 18,30 – tavola rotonda: baccalà, nutrizione e innovazione
  • 19 – attività stand/sponsor
  • 20 – maestro De Paola
  • 21 – conduttore radio e presentazione omaggio DF band a Pino Daniele
  • 22 – dj set

Domenica 21 maggio

  • 12 – apertura al pubblico, conduttore Radio Marte presenta l’evento
  • 30 – passaggio autorità della Regione Campania e interviste, visita agli espositori, miniconvegno sul baccalà alla presenza autorità del Comune di Napoli
  • 30 – The Clic Band
  • 15 – attività stand/sponsor
  • 16 – degustazione formaggi con ONAF
  • 17 – corso di approccio al vino (fase 3) con Tommaso Luongo
  • 18 – tavola rotonda: baccalà e…
  • 19 – attività stand/sponsor
  • 21 – D.F. band live con Radio Marte, a seguire dj-set

Per maggiori informazioni: sito web BaccalàRe

CASTELLAMMARE DI STABIA (NA) – Al quartiere Annunziatella, frazione del comune stabiese, da sabato 20 fino a lunedì 22 maggio si svolgerà la Sagra del Carciofo.

Giunta alla sua 35esima edizione, la kermesse, organizzata dal Comitato Festa con il patrocinio del Comune di Castellammare di Stabia, festeggerà il carciofo violetto, vera delizia degli orti di Schito.

La tipicità unica della coltivazione dello squisito ortaggio è rappresentata dal coprire le mammolella con delle pignatte. Alla protezione dai raggi solari esercitata da queste coppette di terracotta, che coprono le infiorescenze, è dovuta la tenerezza delle brattee fogliari e il chiarore del carciofo.

Si riporta di seguito il dettaglio del programmo della festa:

Sabato 20:

Ore 8: la Banda musicale Musica in Fiore percorrerà le strade della contrada annunciando l’apertura dei Festeggiamenti

Ore 15: Minicorsa Annunziatella, gara podistica riservata a ragazzi/e nati dal 2005 al 2012

Ore 20: Apertura stands enogastronomici.

Domenica 21

Ore 9: sfilata del Gruppo Folk

Ore 10: Torneo di Tiro alla fune “Memorial Gerardo Parmendola”

Ore 21: Spettacolo di Latino Americano “Dance Studio” con Assunta e ASD Sofidance e la partecipazione dell’associazione musicale Funneco

Ore 20: Apertura stands enogastronomici.

Lunedì 22

Ore 16 –  finali 8° Torneo Simpatiche Canaglie “Memorial Giovanni Schettino”

Ore 16:30 – Sfilata con Gli Sbandieratori e Musici di Santa Maria la Carita’

Ore 21 – Spettacolo con Tony Tammaro

Ore 22 – Fiordaliso in concerto

Ore 20 – Apertura stand enogastronomici.

CHIANCHE (AV) – Alla piccola frazione San Pietro Irpino, parte del territorio del comune di Chianche, sabato 20 e domenica 21 maggio si terrà la XXIV Sagra degli asparagi selvatici.

La manifestazione, organizzata dall’Associazione Agorà, in collaborazione con la Pro Loco Planca e il Centro Aiuti per l’Etiopia, rappresenterà l’occasione per assaggiare pietanze a base di asparagi selvatici raccolti nei boschi delle vicine colline.

La kermesse avrà svolgimento secondo il seguente programma:

  • sabato 20
  • ore 20 – apertura degli stands gastronomici;
  • domenica 21
  • ore 11.30 – Santa Messa presso la Parrocchia di San Pietro Apostolo;
  • ore 12 – concerto del gruppo vocale Vox Nova di Napoli;
  • ore 13 – pranzo della solidarietà che chiuderà la manifestazione.

CAMEROTA (SA) – Al piccolo borgo di Lentiscosa, frazione collinare  del comune di Camerota. dal 20 al 21 maggio, ritornerà il consueto appuntamento con la Sagra della Maracucciata.

Nelle due serate della festa, alla sua X edizione, sarà celebrato il maracuoccio – un legume poco più piccolo del pisello, dal colore variabile dal verde scuro al marroncino, spesso screziato o marmorizzato e dalla forma irregolare, coltivato da sempre nei terreni soleggiati e calcarei di quest’angolo del Parco Nazionale del Cilento.

Il tipico rustico prodotto è riconosciuto Presidio Slow Food.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: