Andar per sagre

di Ciro Santisola

Cari appassionati delle eccellenze enogastronomiche del territorio campano, ecco una serie di appuntamenti per il finesettimana

CIRCELLO (BN) – A partire dalle ore 23 di oggi 31 maggio, saranno allestiti i quadri floreali in occasione della festa dedicata alla Madonna del Carmine, meglio nota come Madonna dei Fiori.

Alle prime ore del mattino di giovedi1 giugno, lungo la centralissima via Roma del piccolo centro rurale dell’entroterra beneventano, saranno esposte le splendide immagini religiose composte di erba, di fiori, di fondi di caffè, di bacche.

I mirabili quadri floreali, realizzati in onore della Vergine su indicazioni della confraternita di San Rocco, saranno poi guastati dalla statua portata in processione per le strade del paese.

SAN NICOLA MANFREDI (BN) – La centralissima piazza Roma, con inizio alle ore 20 di giovedì 1 giugno 2017, ospiterà l’ottava edizione della Sagra Laine e Ciceri.

Un appuntamento enogastronomico per degustare un menù a base di laine e ciceri, salsicce alla brace, a farzora, dolci e vino. 

Particolarità della sagra sarà la proposta di un menù per gli intolleranti al glutine.

La serata verrà allietata da musica live e balli.

La manifestazione avrà luogo anche in caso di pioggia.

CASTELVETERE VALFORTORE (BN) – Nella piazza Dante, cuore del paese situato nell’alta valle del Fortore, dalle ore 20 di giovedì 1 giugno, si svolgerà la Sagra del Maialino Nero. 

Giunta alla sua quarta edizione, la kermesse organizzata dalla locale Pro Loco, offrirà l’occasione di degustare pietanze a base di carne di maialino nero.

La serata sarà rallegrata dall’esecuzione di musica dal vivo e dallo spettacolo di cabaret tenuto dal comico Franco Guzzo.

SALERNO – Nel quartiere collinare di Giovi, frazione del Comune di Salerno, dal 2 al 4 maggio, nell’ambito della Festa Santa Maria dei Campi, si terrà la XXVIII edizione della Sagra del Catanazzo.

Sarà un’opportunità per vivere alcuni giorni all’insegna della tradizione e del folklore. Infatti, nel corso dei tre giorni della festa organizzata dalla Chiesa di Santa Maria dei Campi, si potrà assistere alla sacra rappresentazione di L’Angelo e il Diavolo. L’atto scenico riproporrà il consueto rito con cui «… la comunità locale si affida alla mano di Maria per il lavoro nei campi».

Inoltre, agli stand gastronomici, si potrà degustare il catanazzo, vero protagonista della manifestazione. Il catanazzo è un tipico piatto della cucina povera, preparato con trippa, piselli e pomodorini e accompagnato da pane casereccio, nonchè altre pietanze della tradizione gastronomica salernitana e contadina. Il tutto accompagnato e seguito da buon vino locale.

Le tre serate saranno arricchite da intrattenimenti musicali, con l’intervento dei gruppi:

  • 7imo Grado Band, venerdì 2 giugno;
  • Quisisona Band, sabato 3 giugno;
  • A Voce d’o Popolo, domenica 4 giugno.

CASERTA – Alla località Vaccheria di Caserta, dall’1 al 4 giugno, si terrà la IV edizione di MozzarelliAmo.

Una manifestazione dedicata alla Mozzarella di Bufala Campana DOP, ritenuta l’oro della Campania, indetta e organizzata dalla Proloco L’antico Borgo di Vaccheria in collaborazione con l’Amministrazione comunale di Caserta e il supporto tecnico del Caseificio Il Casolare.

Nel corso delle tre giornate, in un’atmosfera magica creata dal direttore artistico Giovanni Marino, i visitatori potranno viaggiare a ritroso nel tempo tra musiche popolari e balli tradizionali.

Inoltre, potranno assistere alle operazioni di filatura e di mozzatura, fasi della lavorazione per la produzione del prezioso latticino a pasta filata.

Infine,a gli stand allestiti in piazza Madonna delle Grazie, potranno degustare la vera pizza napoletana, quella cotta con il forno a legna e altre specialità gastronomiche, proposte da aziende casertane.

CAPUA (CE) – In piazza Etiopia, dalle ore 18 fino a tarda notte di giovedì 1 e dalle ore 11 da venerdì 2 a domenica 4 giugno, si terrà Capua street food 2017.

Per quattro giorni l’evento gastronomico, organizzato da La Frasca On The Road, in collaborazione con la Pro Loco di Capua e con il patrocinio del Comune di Capua, proporrà un viaggio tra il gusto e il divertimento.

Protagonisto indiscusso dell’evento sarà il cibo da strada: operatori provenienti da varie regioni, proporranno una ricca carrellata delle specialità culinarie della tradizione italiana:

  • il fritto e le olive all’ascolana dalle Marche;
  • il pesce fritto e alla griglia dalla Romagna, che porterà in assaggio anche l’originale piadina di filiera certificata (da provare anche nell’originale versione fritta!);
  • il lampredotto e la trippa da Firenze,
  • la polenta “alla spina”, la porchetta e la torta al testo dall’Umbria,
  • la pasta fresca e lo “gnocco” farcito della tradizione emiliana».

Gli ospiti potranno inoltre accompagnare la degustazione delle pietanze della buona cucina italiane, sorseggiando delle scelte birre artigianali di ottima qualità.

La manifestazione, che si protrarrà fino alla tarda notte, avrà inizio alle ore 18 di giovedì 1, nei giorni  successivi, invece sarà fruibile dalle ore 11.

Tutte le serate saranno allietate da buona musica e animate da spettacoli.

MARIGLIANO (NA) – Al largo San Francesco, sito in località Faibano, frazione del Comune di Marigliano,  da giovedì 1 fino a domenica 4 giugno, si terrà la Sagra della Patata Novella.

L’Associazione Ambiente Azzurro, organizzatrice della festa giunta alla sua 15esima edizione, proporrà l’assaggio di numerosi piatti, tutti preparati con l’impiego del gustoso tubero (Solanum tuberosum) prodotto nei campi dell’entroterra vesuviano.

Inoltre arricchiranno l’evento,  con musica, balli e intrattenimenti, manifestazioni sportive e convegni sull’archeologia e sull’ecologia e tanto altro ancora.

FAICCHIO (BN) – Il piccolo centro storico del suggestivo borgo in pietra di Fontanavecchia, frazione del comune di Faicchio, nel Sannio Beneventano, dall’1 al 4 giugno, ospiterà la 11sima edizione della Festa della Lumaca e della Tammorra.

Nella ricorrenza della festività di San Sancio, come vuole l’antica tradizione, le famiglie locali cucineranno le lumache.

L’evento, offrirà ai visitatori l’occasione di gustare, il tipico piatto locale a base di lumache. I gustosi molluschi gasteropodi terrestri, appartenenti al genere Helix,  insieme al rinomato olio extra vergine di oliva, rappresentano la più alta espressione culinaria faicchiana.

Agli stand gastronomici allestiti in piazza, aperti dalle ore 19, gli ospiti potranno assaggiare anche:

·       grigliate di carne nostrana,

·       taglieri di salumi e formaggi locali,

·       primi piatti tradizionali, accompagnando il tutto con i vini rigorosamente» del territorio.

Nelle quattro serate, inoltre, potranno passeggiare tra il mercatino dei prodotti tipici locali o visitare gli antichi frantoi.

Com’è solito, anche quest’anno, ci sarà l’evento Tammurriando a Fontanavecchia, spettacolo di musica popolare che vedrà sette gruppi, famosi nei generi: pizzica, tammurriata e taranta, impegnati nei vicoli, negli antichi frantoi e nelle originali cantine. Saranno proposti «…suoni del Mediterraneo ed in particolar modo dell’Appennino centro-meridionale» che rievocano il mondo dei briganti e le ballate dell’entroterra beneventano.

CASAL VELINO (SA) – Alla località Carullo di Acquavella, frazione del comune di Casal Velino, dal 2 al 4 giugno si svolgerà la Sagra della Cerasa Cilentana.

Un evento, giunto alla sua terza edizione, voluto per celebrare la nota cerasa Carullese, una  varietà di ciliegia, tipica del Cilento.

Durante le tre giornate della rassegna culinaria, gli amanti della cucina tradizionale potranno gustare «… un menù composto da antipasto di formaggio caprino con melassa di ciliegie, seguito dai tradizionali fusilli lavorati a mano e conditi con sugo di ciliegie, utilizzato anche per insaporire l’arista di maiale». Il tutto ben accompagnato dall’ottimo vino locale.

Infine potranno ulteriormente deliziare il palato assaggiando «… dolci popolari a base di confettura di ciliegie, dai bocconotti ai nasprati, dagli occhi di bue ai cannoli, alla tipica pizza roce».

Le tre serate dell’evento saranno allietatete da performance di musica popolare.

ANGRI (SA) –  Il comune dell’Agro Nocerino-Sarnese, alla via Santa Masria, posta lungo al via Nazionale, da venerdì 2 fino a domenica 4 giugno accoglierà la IX edizione della Sagra della patata.

Un evento, curato dall’Associazione Nmos onlus, nata per valorizzare uno dei prodotti di punta dell’economia agricola del comprensorio nocerino.

Fra le prelibatezze della cultura gastronomica campana che hanno come comune denominatore le patate, esempio pasta e patate, gateau di patate, zeppole e altro, l’organizzazione proporrà anche una piacevole novità. Alcuni piatti a base dello speciale gustoso tubero (Solanum tuberosum) saranno preparati impiegando la patata Ricciona, una varietà di patata molto antica, coltivata in Campania fino agli anni ’50, poi messa da parte e quasi dimenticata a seguito dell’introduzione di nuove varietà estere.

La sagra avrà luogo con il seguente programma:

 venerdì 2

  • ore 18 – sfilata con mezzi agricoli e gruppi folcloristici per le strade del centro cittadino di Angri
  • ore 19 – apertura degli stand gastronomici
  • ore 21.30 – musica popolare con il gruppo folcloristico Tammurrianera sabato 3
  • ore 19 – apertura stand gastronomici
  • ore 21.30 – musica popolare con il gruppo folcloristico Ars Nova Napoli.

domenica 4

  • ore 10 – raduno dei mezzi agricoli e sfilata per le strade del centro cittadino con partenza da Via Taverna Vecchia
  • ore 19 – apertura stand gastronomici ore 21.30 – musica popolare con i gruppi Tammorra e Castielle
  • ore 23 – fuochi pirotecnici.

SANTA MARIA DI CASTELLABATE (SA) – Il piazzale Campo dei Rocchi, ubicato tra le frazioni di Santa Maria e Lago, note località marine della costa cilentana, dal 2 al 4 giugno, farà da cornice alla Festa del Pescato di Paranza.

Una rassegna enogastronomica, voluta per rappresentare uno strumento di promozione del territorio e soprattutto un incentivo per la pesca, settore principale dell’economia locale.

La nona edizione dell’evento sarà organizzato dall’Associazione Punta Tresino, in collaborazione della Comunità parrocchiale di Sant’Antonio e delle altre Associazioni presenti nel territorio comunale e con il patrocinio del Comune di Castellabate.

Durante i tre giorni della festa, gli ospiti potranno gustare la tradizionale e rinomata frittura di paranza, l’ottimo pesce azzurro, esclusivamente fornito dalla flotta peschereccia castellabatese;  la classica pasta e fagioli con le cozze, preparata con il tipico fagiolo di Controne, le frittelle di alghe e tante altre prelibatezza culinarie cucinate dai ristoratori del territorio. Il tutto doverosamente accompagnato dall’ottimo vino locale.

Oltre ai mercatini gastronomici, ai laboratori artigianali, le giornate in riva al mare saranno animate da spettacoli musicali dal vivo e da giochi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: