Andar per sagre e eventi in Campania

di Ciro Santisola

Cari appassionati, ecco gli ultimi appuntamento della settimana per sagre e eventi che si terranno in Campania.

OMIGNANO CILENTO (SA) – Alla contrada Cerreta, frazione del comune ricadente nel territorio del Parco nazionale del Cilento, del Vallo di Diano e degli Alburni, sabato 27 e domenica 28 ottobre, si svolgerà la decima edizione della Festa della Castagna.

Una manifestazione enogastronomica, organizzata dall’associazione Il Ritrovo dei Briganti con il patrocinio del comune di Omignano Cilento.

Nel corso dell’evento, presso gli stands allestiti per l’occasione, sarà possibile degustare e acquistare prodotti tipici del territorio.

A tutti i partecipanti saranno offerte caldarroste in omaggio.

Le due serate saranno allietate da esibizioni di musica popolare dal vivo: saliranno sul palco Domenico Monaco, sabato 27 ottobre e Angelo Loia.

GIOI CILENTO (SA) – in piazza Umberto i, nel centro del comune cilentano, nelle giornate di sabato 27 e domenica 28 ottobre, si terrà la quinta edizione della Festa della Castagna

Una manifestazione all’insegna della musica, della gastronomia e dell’artigianato locale, organizzata dall’Associazione Vivi Gioi, per divertirsi assaporando «… l’atmosfera autunnale, le caldarroste e un bicchiere di vino».

Gli stands, aperti al pubblico a partire dalle ore 20, proporranno assaggi di piatti a base di castagna e altre tipiche pietanze della cucina omignanese.

CERVINARA (AV) –  Il borgo Castello, frazione nodale del comune irpino, sabato 27 e domenica 28 ottobre, ospiterà la 39esima edizione della Sagra della Castagna.

Una manifestazione enogastronomica, organizzata dall’Associazione Il Mastio in collaborazione con la Pro Loco Angelo Renna e col patrocinio del comune di Cervinara, per celebrare la regina dei Monti del Partenio.

Nei due giorni della festa, i visitatori, presso gli stands, potranno gustare ottimi piatti a base di castagna: «… zuppa con fagioli e castagne, cosciotto di agnello in salsa di castagna, ma soprattutto i dolci come il tronco di castagnaccio, la crostata, il flan di castagne e i tartufi dal cuore di pandispagna, tutto preparato manualmente secondo le antiche tradizioni».

Inoltre, potranno vistare le mostre didattiche e dei prodotti dell’artigianato locale, prendere parte alle escursioni, alle visite guidate e ai convegni, ballare al ritmo delle tammorre, praticare trekking tra castagneti secolari.

SAN CIPRIANO PICENTINO  (SA) –  Nel centro del comune picentino, da sabato 27 a lunedì 29 ottobre, si svolgerà la 41esima edizione della Sagra della Castagna.

Il consueto appuntamento gastronomico di fine ottobre, organizzata dall’Ente Universitas Sancti Cipriani in collaborazione con l’intera cittadinanza sanciprianese, ancora una volta rappresenterà una ghiotta occasione per assaporare e lasciarsi trasportare dagli inebrianti sapori della cucina tipica Picentina.

La Sagra, infatti, a partire dalle ore 20, sarà «… una vera e propria esperienza sensoriale che allieterà i palati e condurrà i visitatori in un viaggio nel tempo alla scoperta degli antichi sapori della tradizione grazie allo scintillio delle immancabili “vrulere” per la cottura delle castagne, al profumo dei piatti cucinati con maestria da mamme e nonne locali – come il risotto ai funghi porcini, o pan mbuss ndi fasul e i calzoncelli, e tantissimi altri piatti – e alla presenza di “sua maestà” il vino».

ROCCAMONFINA (CE) – Nella centralissima piazza Nicola Amore del comune adagiato alle pendici orientali del monte Santa Croce, sabato 27 e domenica 28, sarà di scena il quarto appuntamento della quarantaduesima edizione della Sagra della Castagna e dei Funghi Porcini.

Nel corso della manifestazione roccana, nata per celebrare le eccellenze agroalimentari del territorio, dalle ore 10 alle ore 24 del sabato e dalle ore 9.30 alle ore 24 della domenica, presso gli stands, oltre ai tipici frutti autunnali dei castagneti e del sottobosco, sarà possibile gustare le altre prelibatezze della cucina locale.

Nel corso della manifestazione roccana, nata per celebrare le eccellenze agroalimentari del territorio, dalle ore 10 alle ore 24 del sabato e dalle ore 9.30 alle ore 24 della domenica, presso gli stands, oltre ai tipici frutti autunnali dei castagneti e del sottobosco, sarà possibile gustare le altre prelibatezze della cucina locale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: