Andare per sagre

di Ciro Santisola

Cari amici, ecco ancora segnalazioni di sagre ed eventi che si terranno nel prossimo week end in Campania.

ARPAISE (BN) Alla Contrada Russi, frazione del comune di Arpaise, a partire dalle ore 19 di sabato 14 ottobre, si terrà la 23esima edizione della Sagra della Castagna.

La castagna, protagonista principale della festa; le mostre dei prodotti tipici agroalimentari e dell’artigianato locale; la mostra fotografica; gli spettacoli musicali, con il gruppo di musica popolare Terra Sicacgna e il gruppo itinerante ’A Perteca, saranno sono gli ingredienti dell’evento enogastronomico, messo su dalla Pro Loco, per valorizzare il più tipico delle tipicità del territorio: la castagna.

Per l’occasione, i visitatori potranno gustare in compagnia di un buon calice di vino i tradizionali dolci a base di castagne, preparati e serviti al momento.

La sagra sarà arricchita dal Concorso di poesia La castagna d’oro e dalla mostra micologica, allestita con i funghi raccolti nel corso dell’escursione, organizzata dalla Lerka Minerka, nell’ambito della Giornata Micologica.

SICIGNANO DEGLI ALBURNI (SA) – Lo splendido scenario offerto dai Monti Alburni, nei giorni di sabato 14 e domenica 15 ottobre, farà da sfondo alla 46sima edizione della Sagra della Castagna.

Tra le più longeve di tutto il Meridione d’Italia, la sagra sarà una vetrina di tradizioni, arte, cultura, storia, spettacoli, divertimento e, soprattutto, gusto del buon cibo.

Nel corso dell’intera manifestazione, organizzata dalla Pro Loco dei Monti Alburni con il patrocinio del Comune di Sicignano degli Alburni, gli ospiti potranno degustare prodotti base di castagne e tutti i prodotti tipici locali, posti in mostra presso gli appositi stand.

L’organizzazione della sagra proporrà un nutrito programma di intrattenimento con «l’esibizione di artisti di strada e giochi tradizionali in piazza, la “Corsa delle Carrette”, la sfilata di sbandieratori, trombonieri e cavalieri, gruppi popolari itineranti, il corteo storico e tanto altro ancora».

Questo il dettaglio del calendario dell’evento sicignanese:

sabato 14 ottobre

  • ore 16 – Apertura mercatino, gastronomico e artigianale
  • ore 16.30 – Pole position, corsa delle carrette
  • ore 17.30 – Aperitivo al Castello Gusso del Galdo (visite guidate con prenotazione)
  • ore 18 – Artisti di strada e gruppi musicali itineranti Terra Mia – Oh per Bacco Band
  • ore 19 – Spettacolo di circo e fuoco Arte you still with us?
  • ore 21 – Concerto con Pietra Montecorvino e Parranda Groove Factory

domenica 15 ottobre

  • ore 9 – Santa Messa
  • ore 9.30 – Apertura mercatino, gastronomico e artigianale
  • ore 10 – Artisti di strada e gruppi musicali itineranti Terra Mia – Oh per Bacco Band
  • ore 11 – Corsa delle carrette
  • ore 11.30 – Saluti del sindaco, dott. Ernesto Millerosa e premiazioni
  • ore 12 – Spettacolo a cura del gruppo Filangieri di Cava de’ Tirreni
  • ore 15 – Giochi tradizionali in piazza
  • ore 16.30 – Briganti e Bottari degli Alburni
  • ore 18 – Sfilata di Sbandieratori, trombonieri e cavalli
  • ore 18.30 – Rievocazione storica della Battaglia di Sarno
  • ore 19.30 – Spettacolo equestre
  • ore 20 – Spettacolo di circo e fuoco Arte you still with us?
  • Ore 21 – Concerto con gli Skanderground

ZUNGOLI (AV) – All’azienda agricola San Comaio, alla Strada Provinciale 60, sabato 14 ottobre e domenica 15 ci sarà la presentazione del RaveceFoodFestival.

Un evento dedicato all’Olio Extra Vergine di Oliva e alla regina delle cultivar campane: la Ravece. Una pianta autoctona dell’Irpinia dalle cui drupe si ricava uno degli oli più apprezzati d’Italia per le sue caratteristiche organolettiche di grande pregio: colore giallo verde, più o meno intenso; sapore deciso ed equilibrato amaro e piccante; sentore fruttato, con aroma erbaceo e spiccate note di pomodoro verde e carciofo.

Il gusto deciso «lo rende prezioso nell’esaltare piatti rustici, zuppe di legumi, arrosti di carni rosse; le note vegetali ne suggeriscono un pregevole utilizzo perfino in pasticceria su dessert freddi».

Una due giorni di full immersion, caratterizzate  dalla raccolta delle olive, dalla visita guidata al frantoio, dall’illustrazione del ciclo di lavorazione, dalla colazione contadina tra gli ulivi, dalla degustazione dell’olio di Ravece BIO-DOP San Comaio, dalla visita alle grotte ubicate nel borgo antico del paese e alle case antiche del centro ctorico, al Castello Normanno dei Marchesi Susanna, Apericena e dall’esecuzione di tanta buona musica.

La manifestazione avrà luogo con il seguente programma:

Sabato 14 Ottobre

  • Ore 10.30 – Raduno presso azienda agricola San Comaio. Presentazione del RaveceFoodFestival. Raccolta delle Olive. Visita guidata del frantoio, con illustrazione del ciclo di lavorazione.
  • Ore 13 – Colazione Contadina tra gli Ulivi e degustazione dell’olio di Ravece BIO-DOP “San Comaio”; Musica e tradizione: il “DUO”.
  • Ore 15 – Andar per Grotte. Apertura delle Grotte e delle case antiche del Centro Storico. Visita al Castello Normanno dei Marchesi Susanna. Laboratori e degustazioni.
  • Ore 18 – Aperitivo in grotta.
  • Ore 20.30 – “A cena con l’olio nuovo”. Appuntamento enogastronomico a tema. IVAN ROMANO “I giovani e la Tradizione–TOUR”
  • Domenica 15 Ottobre
  • Ore 10.30 – Incontro tra gli Ulivi presso azienda agricola San Comaio. Raccolta delle Olive. Visita guidata del frantoio, con illustrazione del ciclo di lavorazione.
  • Ore 13 – “A pranzo con l’olio nuovo”. Appuntamento enogastronomico a tema in Uliveto. Antonio Di Chiara e la sua fisarmonica
  • Ore 15 – Andar per Grotte. Apertura delle Grotte e delle case antiche del Centro Storico. Visita al Castello Normanno dei Marchesi Susanna. Laboratori e degustazioni.
  • Ore 18 – Apericena in grotta.

MONTEMARANO (AV) – Nella più suggestiva piazza del paese del comune irpino, sabato 14 e domenica 15 ottobre, si svolgerà la 35esima edizione del Festival Aglianico di Montemarano.

Una manifestazione dedicata al pregiato prodotto, indiscusso principe dell’economia agricola locale, dal sapore asciutto e fruttato con sentori del terreno vulcanico.

La kermesse, curata dall’Associazione ProMontemarano e dai produttori vitivinicoli di Montemarano, attraverso il convegno, gli incontri letterari a tema, la musica, le visite ai vigneti e alle cantine, vorrà ancora raccontare «la storia di una terra e i suoi valori, che si realizzano nella tradizione secolare della viticoltura e della tarantella Montemaranese»

Il FestivalAglianico, allietato dalla «travolgente musica di una delle più importanti band irpine e campane nel regno della tarantella, ambisce ad essere dunque un “Inno alla Gioventù” e alla sua inconsapevole e immatura capacità estetica».

Si riporta il programma completo della manifestazione:

Sabato 14 ottobre

  • Ore 17 – Convegno a Palazzo Castello, già dimora di Giambattista Basile nei primi anni del ‘600, sul  tema Ilvino come fenomeno estetico. Dal bevitore-consumatore al bevitore-esteta. Il profumo inconfondibile  del vino di Montemarano”. Confronto con il prof. Luigi Moio, ordinario di Enologia della Federico II di Napoli, autore del libro ‘Il respiro del vino’  le cui tesi verranno discusse nel corso del dibattito da esperti ed autorità istituzionali.
  • Ore 20 – Prima serata dionisica nel borgo. Apertura stands enogastronomici in piazza Mercato
  • Ore 21.30 – Spettacolo musicale con il maestro Achille
  • Domenica 15 ottobre
  • Ore 9.30 – Inizio dellavista guidata: Cattedrale, Palazzo Castello, Museo dei parati sacri, Museo etnomusicale. Escursioni enoiche per le campagne di Montemnarano
  • Ore 13.30 – Apertura stands enogastronomici in piazza Mercato
  • Ore 15.30 – Prosecuzione della visita guidata
  • Ore 18.30 – Degustazione e valutazione dell’Aglianico di Montemarano nel Palazzo Castello a cura di una commissione di esperti
  • Ore 20 – Seconda serata dionisiaca nel borgo. Apertura stands enogastronomici
  • Ore 21 – Concerto musicale con gli Zeketan.

PIETRAMELARA (CE) – Il comune posto nella pianura a valle delle pendici settentrionali del Monte maggiore, sabato 14 e domenica 15 ottobre, ospiterà Le Cantine del Borgo.

Un evento eno-gastronomico, organizzato dall’Associazione I Giovani Crescono, in onore del nettare degli dei.

Per l’occasione, l’intero suggestivo borgo medievale si tingerà di mille colori, aprendo le porte di palazzi nobili, case antiche e stradine caratteristiche disseminate sul territorio comunale.

Saranno, altrettanto, aperte le cantine, dove il visitatore, munito di pettorina e calice, potrà degustare i vini offerti dai maggiori produttori enologici della regione Campania. Le degustazioni saranno accompagnate dagli assaggi delel miglioro prelibatezze culinarie preparate con prodotti tipici locali.

La manifestazione sarà arricchita da esibizioni musicali e da giochi a tema condotti dai giovani pietramelaresi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: