Attenti a quei due

LoSpeakersCorner vuole sottolineare con orgoglio che tra i suoi assidui collaboratori annovera due punte di diamante del panorama della narrativa italiana: Giovanni Renella e Lucio Sandon (Citati in rigoroso ordine alfabetico!)

Due scrittori porticesi di adozione che non potrebbero essere più diversi: se Giovanni nei suoi racconti “flash” regala tanta ironia, pur lasciando trasparire profondi significati, Lucio si sofferma su aspetti di vicende storiche intessendoli con intuizioni che aprono scenari realistici.

Entrambi uomini di svariati interessi, hanno in comune l’amore per Portici, le sue vicende e le sue iniziative, che abbracciano con passione.

Non si fermano, comunque, alla scrittura, i nostri due eroi, ma si impegnano nella diffusione a dei loro libri, consapevoli dell’importanza della Cultura.

Vediamo di approfondire la loro conoscenza, soprattutto mettendo in risalto gli ultimi riconoscimenti che hanno ricevuto.

Giovanni Renella è nato a Napoli nel 1963. Agli inizi degli anni ’90 ha lavorato come giornalista per i servizi radiofonici esteri della RAI.

Nel 2017 ha pubblicato una prima raccolta di short stories, intitolata  Don Terzino e altri racconti, con cui ha vinto il Premio Internazionale di letteratura Enrico Bonino 2017. Ha quindi ricevuto una menzione speciale al premio Scriviamo insieme 2017 ed è stato fra i finalisti del Premio Giovane Holden 2017. Sempre nel 2017 con il racconto Bellezza d’antan ha vinto il Premio A… Bi… Ci… Zeta.

Mel 2018 è stato fra i finalisti della prima edizione del Premio Letterario Cavea con il racconto Sovrapposizioni.

Altri suoi racconti sono stati inseriti nelle antologie Sette son le note (Alcheringa ed. 2018) e Ti racconto una favola (Kimerik ed. 2018).

Nel 2019 ha pubblicato il suo secondo libro, Punti di vista, una raccolta di racconti, Giovane Holden Edizioni.

Infine, al Premio Letterario Internazionale Città di Latina  lo scorso 28 ottobre a Punti di vista è andato il Premio Speciale della Giuria, a conferma dell’eccellenza degli scritti di Giovanni Renella. 16 storie brevi che caratterizzano la scrittura di Renella e che descrivono la realtà osservandola da una diversa angolazione.

Lucio Sandon è nato a Padova nel 1956. Trasferitosi a Napoli da bambino, si è laureato in Medicina Veterinaria alla Federico II, aprendo poi una sua clinica per piccoli animali alle falde del Vesuvio.

Ha a suo attivo la pubblicazioni: il romanzo Il Trentottesimo Elefante; due raccolte di racconti con protagonisti cani e gatti: Animal Garden e Vesuvio Felix, e una raccolta di racconti comici, Il Libro del Bestiario veterinario.

Notevole è il suo penultimo romanzo, La Macchina Anatomica, un thriller ambientato a Portici, vincitore di Viaggio Libero 2019.

Il suo ultimo romanzo Cuore di ragno è risultato vincitore ex-aequo al Premio Nazionale Letterario Città di Grosseto Cuori sui generis 2019.

Il racconto Cuore di figlio, tratto dal suo ultimo romanzoCuore di ragno, ha ottenuto il riconoscimento della Giuria intitolato a Marcello Ilardi al Premio Nazionale di Narrativa Velletri Libris 2019.

Sempre nel 2019,  il racconto Nome e Cognome: Ponzio Pilato ha meritato la Segnalazione Speciale della Giuria  nella sezione Racconti storici al Premio Letterario Nazionale Città di Ascoli Piceno, mentre il racconto Cuore di ragno ha ricevuto la Menzione di Merito nella Sezione Racconto breve al Premio Letterario Internazionale Voci – Città di Roma.

E non finisce qui: lo scorso 28 ottobre il nostro Lucio con il racconto Interrogazione di Storia è risultato vincitore al Premio Letterario Letizia Isaia per la Sezione Narrativa/Autori. Oltre al riconoscimento ha ricevuto 5 copie stampate da Ad est dellequatore, casa editrice napoletana che ha aderito al progetto del Premio Dal racconto breve al libro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: