Bambola di Stracci, reading del libro al teatro per Trame di Tram a Napoli

di Renato Aiello

NAPOLI. Ritorna nel cuore storico di Napoli il nuovo romanzo di Pasquale Ferro, Bambola di stracci, edito da ilmondodisuk. Sabato 20 gennaio alle ore 18, in via Port’Alba a Napoli lo propone la rassegna Trame al Tram. Gli scrittori sul palco ideata e diretta da Antonio Mocciola nel teatro omonimo.

Con l’autore, interverranno Ileana Capurro, avvocata e presidente associazione transessuale Napoli, Giorgio Esposito, dermatologo e lettore appassionato e Donatella Gallone, giornalista e editrice.

Gino Curcione e Annalisa Renzulli leggeranno brani dal testo, mentre la pausa  musicale sarà affidata al soprano Leontina Alvano, seguita dalla performance tersicorea delle ballerine Ginevra e Virginia De Masi.

La presentazione del libro di  Ferro prosegue il percorso della campagna d’arte e cultura SOS Partenope, lanciata da ilmondodisuk con il progetto di crowdfunding omonimo sulla piattaforma Meridonare, operazione per tradurre in italiano il libro Jean-Noël Schifano, quel Dictionnaire amoureux de Naples che diventerà sui nostri scaffali, sul web con gli e-book e su tablet e pc Dizionario appassionato di Napoli.

L’idea di collegare il progetto SOS Partenope alla presentazione del libro di Ferro nasce da un’unica prospettiva: mostrare la vera e complessa identità di Napoli attraverso i suoi luoghi, la sua storia e anche i suoi talenti. E Pasquale Ferro è un autore talentuoso che porterà in Russia anche questo nuovo romanzo, la cui traduzione è già in corso.

Protagonista del romanzo Bambola di stracci è Barbara, così bella da fare innamorare tutti. Persino la natura.  E, paradossalmente, lei ama un uomo che non accetta il suo modo di essere donna.

Barbara affronta il mondo, vaga per le città e per i quartieri alla ricerca della sua libertà di esprimersi al femminile.

Anche quando tocca il fondo e diventa una barbona, sotto i portici del Real Teatro di San Carlo, combatte per la propria sopravvivenza e per suoi sogni. Come una novella sirena Partenope sfuggita alla resa sull’isolotto di Megaride.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *