Bellezza e libertà, pittura contemporanea

Una mostra di arte contemporanea avvicina artisti nazionali e internazionali e coniuga Bellezza e libertà

SAN GIORGIO A CREMANO | CITTÀ METROPOLITANA DI NAPOLI – Negli spazi del Centro Polifunzionale in via Giuseppe Mazzini domenica 18 dicembre dalle ore 10 alle ore 19 si terrà la prima edizione della mostra di pittura contemporanea Bellezza e libertà.

Nella conferenza stampa di presentazione della mostra, in programma alle ore 11 con i curatori dell’evento e il giornalista libanese Talal Khrais, corrispondente della National News Agency, sarà il giornalista Pasquale Porciello, corrispondente dal Libano per Il Manifesto, analista politico esperto di Medioriente e docente universitario.

Saranno esposte le opere degli artisti Annalisa Esposito, Biagio Terminio e l’artista libanese Viva Pierre Aid.

L’intenzione dei curatori della mostra, l’avvocato Vincenzo Trotta e il dottor Vincenzo Palumbo, è quella di avvicinare artisti nazionali ed internazionali e mettere a confronto le loro opere sui temi della bellezza, della libertà e della natura.

A seguire, i partecipanti alla manifestazione potranno gustare l’aperitivo offerto dalle Cantine Antonio Caggiano, partner ufficiale della mostra.

Per info sull’associazione culturale CO.IN.S. è possibile consultare il sito www.consorziocoins.it

Annalisa Esposito. Vive a San Giorgio a Cremano e tutto il suo fare e pensare è in gran parte influenzato dalle tradizioni e scaramanzie partenopee.

Ha frequentato il Liceo artistico, diplomandosi nella sezione di

Architettura. La sua formazione si è competata all’Istituto d’Arte, sezione di grafica, e in seguito ha frequentato l’Accademia di Belle Arti di Napoli.

Biagio Terminio. Inteso l’arte come libertà e dono: libertà di esprimersi al di là di ogni predeterminazione, competitività, aspettativa, ma soltanto come espressione di quella unicità propria di ognuno.

Dono come bisogno di donare le emozioni alla tela, i propi sentimenti al mondo esterno.

Ha iniziato a dipingere da pochissimi anni, rispondendo semplicemente al desiderio di farlo per esternare dando tonalità fantastiche alla realtà, semplicemente seguendo istinto e improvvisazione.

 

Viva Pierre Eid. Viva è un artista libanese, educatrice e curatrice d’arte ha al suo attivo con oltre 15 anni di esperienza con mostre in Medio Oriente e in Europa.

La più recente, Women behind bar, si è tenuta VIC | Vienna International Club in Austria.

Attraverso il suo lavoro, che si ispira alla sua infanzia e il suo pensiero sul ruolo delle donne nella società, cerca di contribuire al riconoscimento delle sfide che le donne mediorientali devono affrontare in campo artistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: