Capua Città Madre

Fino all’8 dicembre, nei luoghi più suggestivi di Capua Città Madre, una settimana di eventi, spettacoli, arte e cultura che culmineranno nella notte dell’Immacolata

La magia delle tradizioni, i culti popolari, la solidarietà e la riscoperta delle radici. Questo e tanto altro è Capua Città Madre.

La rassegna è stata presentata domenica 1 dicembre al Museo Provinciale Campano in occasione di un convegno di studi con protagonisti, tra gli altri, il critico d’arte Giorgio Agnisola e il professore Nicola Melone, già preside della facoltà di Scienze dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli. Tra gli eventi più attesi la mostra itinerante incentrata sul concetto di “madre”, curata da Luigi Fusco e Francesca Picciuolo, che coinvolgerà ben quaranta artisti del territorio. Ma anche il concerto dell’Immacolata che – domenica 8 alle ore 11 nella Chiesa del Gesù Gonfalone – vedrà esibirsi gli studenti del Liceo Musicale Luigi Garofano.

E poi tanti attori, compagnie di danza, musicisti, scrittori che dal 5 all’8 dicembre si alterneranno in alcune delle location più suggestive della città. Dalla Basilica di Sant’Angelo in Formis al Chiostro dell’Annunziata, al Quadriportico della Cattedrale, a Palazzo Fazio, alle Chiese a Corte.  Gran finale domenica 8 alle ore 21 nella chiesa di Sant’Eligio con il concerto ‘Essenze’ con brani musicali pensati, scritti e realizzati specificatamente per la città di Capua. Lo spettacolo è ispirato infatti alle suggestioni delle Matres Matutae, ospitate nel Museo Provinciale Campano.

Un evento unico nel suo genere che per una intera settimana racconterà la storica città di Capua attraverso le arti. In programma mostre, spettacoli musicali e teatrali, reading, esibizioni di danza, percorsi turistici e culturali, visite guidate, mercatini natalizi.

Un calendario ricco di appuntamenti e di artisti che accompagneranno i capuani verso la tradizionale processione dell’Immacolata che ormai da oltre cento anni si svolge alle 4,30 del mattino dell’8 dicembre.

Una venerazione, quella Mariana, che nella città di Capua ha origini antichissime e che consente al territorio di recuperare lo spirito identitario delle sue origini e della sua storia, riscoprendosi città organica e profonda, come una Madre.

Ospite d’onore di Capua Città Madre sarà l’attrice Marina Confalone, Premio David di Donatello 2019 per Il vizio della speranza, che sabato 7 dicembre a mezzanotte nella chiesa di Sant’Eligio si esibirà in Terra Madre, reading teatral-musicale, sulle note di Gianni D’Argenzio.

Capua Città Madre, promosso dal Comune di Capua e patrocinato dalla Regione Campania, è stato fortemente voluto dal sindaco Luca Branco, dall’assessore comunale al Turismo, Loredana Affinito, e dal consigliere con delega agli Eventi, Michele Giugno.

Direzione artistica di Giuseppe Bellone. Ente attuatore Le Nuvole.

Tutti gli eventi sono ad ingresso gratuito.

Per maggiori informazioni: stampa@capuacittamadre.it  | www.capuacittamadre.it

https://www.facebook.com/events/803596503403525/

Di seguito il programma in dettaglio

Capua Città Madre

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: