Celebrazioni Leopardiane a Villa delle Ginestre per il poeta dell’Infinito

di Rosanna De Simone

«Qui su l’arida schiena/ Del formidabil monte/ Sterminator Vesevo,/ La qual null’altro allegra arbor nè fiore,/ Tuoi cespi solitari intorno spargi,/Odorata ginestra,/ Contenta dei deserti. […]»

Giacomo Leopardi (1798-1837) è stato uno dei più tormentati poeti italiani. Tra le sue opere La Ginestra, di cui l’incipit poche righe più sopra, è parte fondamentale della sua produzione: si ispirò al fiore giallo come il Sole che caratterizza il territorio vesuviano.

Dopo lunghi anni di sofferenze, sia emotive che fisiche, di cui le sue opere sono una chiara rappresentazione, il poeta si recò a Napoli con Antonio Ranieri. I due amici partirono nel 1833 e qui Leopardi trascorse i suoi ultimi anni di vita, spegnendosi a Napoli il 14 giugno del 1837. Questi ultimi anni furono fondamentali per il poeta, sia per il tempo trascorso con l’amico più fidato, sia per la forte ispirazione artistica che ha caratterizzato questi anni.

Il luogo che meglio identifica gli ultimi felici anni di Leopardi è la villa in cui visse, Villa Ferrigni – Carafa, meglio nota come Villa delle Ginestre. La villa seicentesca era proprietà di Giuseppe Ferrigni, cognato del Ranieri, che aveva deciso di ospitare lì Leopardi nella speranza di alleviare i suoi problemi respiratori. La villa aveva la funzione di residenza estiva e, vista la sua collocazione, si poteva godere di un’aria molto più pulita di quella di Napoli.

Villa delle Ginestre sorge alle falde del Vesuvio, nel comune di Torre del Greco, e gode di un panorama unico che abbraccia non solo il vulcano, ma anche la il Golfo di Napoli. Dopo la morte del poeta la famiglia Ferrigni, ed anche i successivi eredi Carafa, si sono impegnati a conservare la memoria del soggiorno di Leopardi nella villa, ottenendo un ufficiale riconoscimento da Vittorio Emanuele III che nel 1937 definì la dimora monumento nazionale.

Oggi la Fondazione Ente Ville Vesuviane continua a mantenere vivo il ricordo della villa, diventata ora proprietà dell’Università Federico II di Napoli. La Fondazione si occupa anche di alcune ville dello storico percorso del Miglio d’Oro, come Villa Favorita e la Villa Campolieto, realizzando visite guidate e specifici progetti didattici per le scuole del territorio. Da tredici anni organizza una mostra annuale su Leopardi e la sua permanenza a Torre del Greco. Nella mostra Storia di una casa di campagna tra oralità e scrittura e le Celebrazioni Leopardiane sono state realizzate nel mese di giugno per ricordare sia il mese di nascita che di morte del poeta e hanno luogo nella Villa delle Ginestre.

La mostra è stata inaugurata lo scorso 14 giugno e ha visto la collaborazione della Fondazione con il  Museo del Corallo dell’Istituto di Istruzione Superiore  F. Degni, la Pro Loco di Torre del Greco, l’Antica Manifattura di Ceramiche Stingo. Inoltre sono stati esposti preziosi prestiti provenienti da collezioni private, come suppellettili e abiti.

Storia di una casa di campagna tra oralità e scrittura è un intreccio tra il poeta e la città di Torre del Greco, che è rappresentata dai suoi prodotti tipici e soprattutto dalla preziosa arte del corallo.

La mostra è visitabile tutti i giorni dalle 10 alle 13 ed è inclusa nel biglietto d’ingresso al sito. L’esposizione si concluderà il 30 giugno con le Celebrazioni Leopardiane, di cui si riporta il programma.

 26 e 30 giugno

  • Ore 19.30: visita guidata.
  • Ore 20.30: La rassegna di musica corale dell’Associazione Regione Cori Campani.

Costo del biglietto: 5 euro.

28 giugno ore 18.30

Agostino Ingenito presenta il libro Infinito di Leopardi grazie alla collaborazione dell’Associazione culturale Leopardi e Napoli, legame indissolubile.

29 giugno

  • Ore 19: visita guidata.
  • Ore 20.30: Duottobremilleottocentotrentatre, Leopardi a Napoli, idee per uno spettacolo con Giulio Monteleone, Lucio Nardi, Luigi Palomba, Shanna Rossi, Laura Valente e con le coreografie di Sabrina Pedrazzini.

Costo del biglietto: 5 euro.

Per maggiori informazioni: villadelleginestre@villevesuviane.net; info@villevesuviane.net;  0817322134; 0810481215

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: