Censimento FAI: il Parco della Rimembranza trai i primi 10

NAPOLI – 2.227.847 voti, oltre 37.200 luoghi oggetto di segnalazione, 6.412 Comuni coinvolti (l’80,6% dei Comuni italiani): tre cifre che indicano la forza dirompente di I Luoghi  del  Cuore, il censimento promosso dal FAI – Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con Intesa Sanpaolo, che coinvolge tutte le regioni d’Italia e che chiude trionfalmente la nona edizione, attiva dal 30 maggio al 30 novembre 2018.

Grande partecipazione anche in Campania dove hanno aderito circa 200mila persone.

Al IX posto nella classifica nazionale il Parco della Rimembranza di Napoli che ha ricevuto 23.563 voti. Dopo la caduta di decine di alberi e la chiusura, in meno di un mese, si è attivata una straordinaria mobilitazione che conferma la capacità dei napoletani di reagire e unire le forze di fronte a emergenze ed eventi calamitosi.

Tra i siti prescelti in Campania:

  • la Chiesa Santa Maria delle Grazie a Calvizzano (12esima posizione con 21.605 voti),
  • il Convento di San Vito dei Frati Minori di Marigliano (20esima posizione con 17.626 voti).
  • In provincia di Caserta la Chiesa di Santa Maria degli Angeli ad Aversa (30esima posizione con 13.583 voti);
  • in provincia di Benevento le Sorgenti del Fizzo e Ponte Carlo III, Moiano (53esima posizione con 378 voti);
  • a Salerno il Trittico di Piantanova, Pinacoteca provinciale (64esima posizione con 483 voti);
  • ad Avellino il Ciclovia dell’acquedotto pugliese (115esima posizione con 860 voti).

E tanti altri monumenti, chiese, conventi, siti archeologici e beni paesaggistici e ambientali.

(elenco Risultati in Campania https://www.fondoambiente.it/il-fai/grandi-campagne/i-luoghi-del-cuore/cerca-un-luogo/?regione=CAMPANIA)

Ha espresso con soddisfazione Maria Rosaria de Divitiis, Presidente del FAI Campania: «Siamo particolarmente felici perché lo straordinario successo e i numeri che hanno contraddistinto la Campania testimoniano la grandissima partecipazione e la stima che tutti hanno nei confronti del lavoro svolto dal FAI. In particolare, per il Parco della Rimembranza, a tutti noto come Parco Virgiliano, solo in un mese abbiamo ricevuto oltre 23.500 adesioni. Una grande mobilitazione dimostrata anche per gli altri Luoghi del Cuore della Campania che conferma l’eccezionale sensibilità di tutti i cittadini per i nostri beni culturali e paesaggistici e per le bellezze dei nostri territori.

 Gli oltre due milioni e duecentomila voti pervenuti alla Fondazione da ogni parte d’Italia nel 2018 – il 41,6% in più rispetto alla precedente edizione – sono lo specchio dell’aumento della sensibilità verso l’iniziativa da parte degli italiani, sempre più consapevoli dei meccanismi virtuosi che ne possono scaturire. Partecipare al censimento non è solo un gesto simbolico ma permette di dare piena attuazione al principio di sussidiarietà, regolato dall’articolo 118 della Costituzione Italiana. Il voto del singolo infatti, se sommato a quello di altre migliaia di persone, si tramuta in un’azione di grandissimo impatto sociale e, in alcuni casi, in concreti interventi di recupero e valorizzazione: da quando esiste “I Luoghi del Cuore” infatti il FAI, grazie alla partnership con Intesa Sanpaolo, ha promosso e sostenuto ben 92 progetti a favore di luoghi d’arte e natura in 17 regioni, cui si sommano i tanti interventi resi possibili grazie all’interessamento di Istituzioni e privati a seguito della visibilità offerta dal censimento.

Puglia, Toscana, Sicilia e Lombardia sono state le regioni con il maggior numero di voti, i votanti – di età media 50 anni – sono stati al 59,5% donne e al 40,5 % uomini mentre la tipologia dei luoghi più votati è quella delle chiese, seguita da aree naturali, aree urbane/piazze e coste/aree marine/spiagge. Nel cuore degli italiani non ci sono solo monumenti: nel 2018 si è registrata una maggiore presa di coscienza dell’importanza dei beni paesaggistici e ambientali, soprattutto quelli a rischio o danneggiati da calamità naturali e incuria, particolarmente presenti quest’anno tra le prime posizioni della classifica.

Ora, dopo la presentazione al pubblico dei risultati, inizia la fase progettuale che tradizionalmente segue il censimento. I primi tre classificati in Italia, in qualità di vincitori, riceveranno un contributo di 50.000 euro il primo, 40.000 euro il secondo e 30.000 euro il terzo, se ne avranno i requisiti e a fronte della presentazione di un progetto da concordare. Inoltre i referenti dei luoghi che hanno ottenuto almeno 2.000 voti potranno candidare al FAI, attraverso il bando che verrà lanciato a marzo 2019, una richiesta di restauro e valorizzazione, legata a progetti concreti, attuabili in tempi certi e dotati di un cofinanziamento che assicuri un sostegno reale dai territori di riferimento. Come nelle edizioni scorse, FAI e Intesa Sanpaolo selezioneranno entro il mese di novembre i luoghi vincitori in collaborazione con i Segretariati regionali del Ministero per i beni e le attività culturali.

Il FAI si farà inoltre portavoce di tutte le segnalazioni ricevute e, anche attraverso l’azione capillare delle sue Delegazioni presenti su territorio nazionale, solleciterà le Istituzioni preposte affinché diano attenzione ai luoghi, sensibilizzando in particolare i Sindaci di tutti i 6.412 Comuni coinvolti e le Regioni.

Dal 2004 Intesa Sanpaolo affianca il FAI in questa iniziativa a favore della tutela e della valorizzazione delle bellezze artistiche e naturali del Paese, ambito che vede il Gruppo impegnato in prima persona.

Il censimento è stato realizzato con il Patrocinio del Ministero per i beni e le attività culturali e dell’Anno europeo del patrimonio culturale 2018. Grazie al Gruppo Editoriale Gedi per la concessione gratuita di spazi pubblicitari e alla RAI, main media partner dell’edizione 2018 di I Luoghi del Cuore.

Classifica primi 100 luoghi I LUOGHI DEL CUORE_FAI

Campania_I LUOGHI DEL CUORE_FAI

(Foto by Riccardo Siano)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *