C’era una volta una stella

SAN GIORGIO A CREMANO (NA) – Il murales dedicato a Massimo Troisi verrà presentato ufficialmente alla città domenica 19 febbraio alle 11. Il sindaco, Giorgio Zinno, ha voluto riservare l’inaugurazione dell’opera compiuta da  Jorit Agoch al giorno del compleanno di Massimo per festeggiarlo ancora una vota con tutti i suoi concittadini.

Alla presentazione, che si svolgerà in via Galdieri – dove è stato eseguito il murales – parteciperà il Primo cittadino, gli amministratori, il presidente dell’Istituzione Premio Massimo Troisi Salvatore Pettilli, gli imprenditori del Palaveliero che hanno reso possibile la realizzazione di questo affettuoso omaggio al compianto attore e regista, oltre ai cittadini e a coloro che si sentono parte attiva di questo momento dedicato a Massimo.

«Sarà un momento importante per la nostra città – ha sottolineato Giorgio Zinno – al quale parteciperanno i sangiorgesi ma anche tutti coloro che amano Troisi e che avranno così l’occasione di dedicargli un pensiero, ammirando la straordinaria opera d’arte realizzata da uno dei più grandi street artist attuali del panorama  mondiale.

Oggi possiamo dire di aver realizzato un sogno condiviso, grazie alla collaborazione della Flat Sport s.r.l. che ha sostenuto economicamente il primo murales a tema con un contributo economico dell’Ente».

Questa opera firmata da Agoch, infatti, è nelle intenzioni dell’Amministrazione soltanto la prima tappa di un percorso artistico a cielo aperto che vedrà la realizzazione di altri murales in vari punti della città, tutti dedicati a Troisi.

«Abbiamo intenzione di realizzare un altro murales proprio nella piazza che porta il suo nome – ha continuato Zinno – e a tal proposito rinnovo l’invito ad altri imprenditori o commercianti che abbiano voglia di sponsorizzare anche questa iniziativa e contribuire così alla valorizzazione della città e alla creazione di un museo cittadino dedicato a Troisi».

Il murales di via Galdieri sarà illuminato notte e giorno, con un’illuminazione costante che metterà in risalto l’opera. Questo progetto rientra nel Premio Massimo Troisi 2017 che quest’anno prevede la realizzazione di vari eventi ed iniziative durante il corso dell’anno fino all’estate, quando ci saranno le serate finali del Premio.

«Dopo aver deciso di inserire tra le categorie in concorso anche quello sul miglior graffito dedicato a Massimo Troisi – ha spiegato Salvatore Petrilli, che sta lavorando per il rilancio del Premio Massimo Troisi –  stiamo predisponendo i bandi di concorso per le categorie in gara, che saranno pubblicate entro la primavera, consentendo così ai giovani talenti di partecipare  al prestigioso Premio che ha già prodotto artisti di successo».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: