Colletti bianchi, il libro di Luca Manzo

Colletti bianchi e “menti raffinatissime”: se gli interessi coincidono, dal potere alla criminalità il passo è breve…

PORTICI | CITTÀ METROPOLITANA DI NAPOLI  –  Nella Sala Cinese della Reggia borbonica, sede del Dipartimento di Agraria dell’Università Federico II, nella mattinata di sabato 28 maggio è stato presentato il libro Colletti bianchi, Kairòs edizioni, romanzo d’esordio di Luca Manzo.

Il dibattito, moderato dal giornalista Paolo  Perrotta, non chè direttore di L’Ora vesuviana, oltre alla presenza dell’autore ha viato l’intervento del sindaco Vincenzo Cuomo.

Letture dal romanzo a cura dell’attrice teatrale Marianna Donato e dello scrittore e poeta Gino Olivieri.

Il libro. Libero e Fabrizio sono diventati entrambi consiglieri comunali in un piccolo comune campano. Il primo è un giovane idealista, avvocato per passione, prestato alla politica dopo aver ricevuto varie pressioni. Il secondo è un infiltrato della camorra nelle istituzioni, un ex PR delle discoteche pronto a tutto pur di mettersi in vista e scalare il potere. Libero e Fabrizio non hanno le stesse idee politiche, la stessa morale, la medesima visione dei rapporti tra le persone, eppure dieci anni prima erano insieme durante una manifestazione studentesca finita male. Entrambi sono cresciuti e hanno un indubbio fascino agli occhi dei loro coetanei e non solo, ma in quella terra dove la camorra spesso detta legge le cose non vanno come in tanti altri luoghi. Non si tratta di semplici compromessi, è qualcosa di più, qualcosa che metterà a rischio la vita di entrambi e delle persone a cui vogliono bene.

Una storia che si dipana tra fantasia e realtà, che, pur non trattando di vicende vissute personalmente, apre uno squarcio nella società.

In seicento avvincenti pagine, Luca Manzo mette al centro il potere. Pur di arrivare in cima professionisti, politici, operatori economici, manager che siano, sono capaci di sopportare l’odio altrui, disposti a sacrificare gli affetti ma, soprattutto, una parte della loro anima. Fino a che …

L’autore. Luca Manzo è nato a Napoli il 2 ottobre 1981, ma vive a Portici. Laureato in Giurisprudenza è sposato e ha un figlio. Oltre alla passione per la scrittura, Luca coltiva con successo quella della politica: è stato  eletto Consigliere comunale nel 2017 con la lista Civica Il Cittadino.
Personalità molto attiva, attualmente è presidente della Commissione Cultura dell’Amministrazione comunale.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: