Come usciremo dal mare di plastica?

NAPOLI – Nella Sala Conferenze della Stazione Zoologica Anton Dohrn venerdì 24 maggio alle ore 17 sarà ospitato l’evento  Un mare di plastica: come uscirne? incontro-dibattito del Comitato scientifico Scienza e Società.

La plastica, un argomento di grande attualità affrontato dall’ente di ricerca partenopeo. Cominciò tutto con il Moplen, nome comune del polipropilene isotattico, il primo composto plastico a buon mercato che valse a Giulio Natta il Premio Nobel nel 1963.

Negli anni del boom economico, le case degli italiani si riempirono di accessori di quel materiale così tanto decantato nella reclame di Carosello in cui Gino Bramieri rallegrava il pubblico con il celeberrimo tormentone: E mo’ e mo’? Moplén!

Una eco che ronzava nelle orecchie di tutti i cittadini italiani, e spianava la strada al consumo smodato di plastica, cresciuto esponenzialmente fino al brusco risveglio di consapevolezza dei tempi recenti: ora che la dimensione planetaria dell’inquinamento da plastica ci ha rivelato come questo elemento sia tanto utile quanto estremamente deleterio per l’ambiente.

Dal Carosello in poi, infatti, la plastica è diventata un complemento fondamentale, materia prima della maggior parte degli oggetti utilizzati nella nostra attività quotidiana. Senza negarne il valore, quella stessa plastica che facilita le nostre vite è diventata una minaccia per la sopravvivenza dell’Umanità.

Di questo argomento e di altri quesiti si occuperà l’incontro-dibattito, che vedrà un chimico, un esperto di economia circolare e un naturalista confrontarsi per ragionare sulla fenomenologia della plastica, dagli aspetti positivi, legati ai processi produttivi-industriali, agli scambi di risorse all’interno delle società umane, a quelli negativi, legati alla nocività della plastica per la salute degli ecosistemi acquatici.

L’incontro-dibattito sarà introdotto da Domenico D’Alelio della Stazione Zoologica Anton Dohrn. Vedrà gli interventi di

  • Mario Malinconico, dell’Istituto per i Polimeri Composti e Biomateriali, CNR, su Fenomenologia di un materiale: dal Moplen alla plastica “green”; 
  • Paolo Degiovanni. del MUSE – Museo delle Scienze di Trento) su Cronache dal Mar Plastico
  • Alfonso Marino, del Dipartimento d’Ingegneria, Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli su L’Economia Circolare nell’era della plastica.

A conclusione dell’incontro avrà luogo la performance video-rap Plasticology (E mo’ e mo’?, a cura di Domenico D’Alelio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: