Contributi ai giovani per i canoni di locazione

PORTICI (NAPOLI) – L’Amministrazione comunale ha emesso un bando per concedere contributi integrativi ai canoni di locazione per cittadini under 35. Sono previsti 25 contributi da 400 euro, di importo aumentabile in caso di domande inferiori a 25.

L’avviso pubblico scade alle ore 12 dell’ 1 febbraio 2016. L’iniziativa prevede la concessione di contributi integrativi ai canoni di locazione in favore dei giovani cittadini di Portici titolari di contratto di locazione ad uso abitativo, debitamente registrato, per immobili ubicati sul territorio comunale e che non siano di Edilizia Residenziale Pubblica. La misura è destinata anche a coloro che stipuleranno il contratto di locazione entro la data di scadenza del bando.

Possono partecipare al bando i giovani cittadini di Portici – ovvero appartenenti ad uno stato membro della U.E, o con status di cittadino extracomunitario in possesso di permesso di soggiorno, con un reddito comprovato, nell’ultima annualità, di un valore ISEE non superiore a 15.600,00 euro.

Se il richiedente è uno studente e il relativo reddito del nucleo familiare d’origine nell’anno precedente supera la soglia dei 15.600,00, potrà comunque partecipare alla procedura concorsuale nel caso in cui, alla data di presentazione della domanda, sia già fuoriuscito dal nucleo familiare. In caso di coabitazione, tale importo deve essere riferito ad ogni singolo coabitante.

Il richiedente non deve essere titolare di diritto di proprietà, usufrutto, uso o abitazione su un alloggio ubicato nell’ambito del comune di Portici, ad esclusione di quello eventualmente abitato dai genitori.

Saranno punti preferenziali la fascia specifica di età; l’essere giovani coppie iscritte al Registro Comunale delle Unioni di Fatto; genitori giovani anche single; vittime di violenze e stalking, il cui status sia stato acclarato con sentenze passate in giudicato; studenti universitari.

A parità di posizione, sarà data priorità ai richiedenti in base alle seguenti condizioni e secondo l’ordine riportato: 1) reddito più basso; 2) numero maggiore di figli; 3) presenza di diversamente abili.

Le domande di partecipazione dovranno essere compilate esclusivamente su apposito modello cartaceo disponibile presso la sede dell’ Ufficio Politiche giovanili, Villa Savonarola, corso Garibaldi n. 200 –  oppure scaricabile dal sito istituzionale del Comune di Portici www.comune.portici.na.it, e consegnate esclusivamente a mano al Protocollo Generale del Comune in Via Campitelli.  Per i dettagli si può leggere il bando sul sito.

«Essere giovani – ha dichiarato l’assessore alle Politiche giovanili Valentina Maisto non è soltanto un periodo della vita o uno stato d’animo, ma anche la necessità  di essere supportati in una fase di transizione anzitutto sociale, specie in un periodo storico come quello attuale di forte crisi e precarietà. E’ per questo che le iniziative politiche di aggregazione e culturali devono necessariamente essere integrate con misure economico-sociali. E’ il segnale che nonostante l’attuale situazione di bilancio degli enti locali e limiti che ne derivano ci è sembrato opportuno manifestare».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *