Dante Alighieri, attuale dopo 700 anni

Il nuovo progetto editoriale di Edizioni Formamentis su Dante Alighieri, a cura dello scrittore e docente porticese Mario De Martino 

In occasione del settimo centenario della morte di Dante Alighieri, la casa editrice Formamentis di Bolzano ha dato alle stampe un volume celebrativo interamente illustrato, in grande formato e impreziosito da laminazioni color oro: Dante. 700 anni dopo.

Al progetto (in uscita per il Dantedì e in distribuzione per Libro Co a partire dalla fine di questo mese di marzo 2021) hanno collaborato docenti, ricercatori, illustratori e scrittori italiani. Ciascuno a suo modo ha parlato di Dante dal punto di vista che gli è più congeniale: dalla filologia alla storia, dalle arti figurative alle interpretazioni eterodosse, passando per il fumetto, la gastronomia, la parodia, la fotografia, i videogiochi, la ricezione della Commedia nella cultura Orientale.

Un Dante a 360 gradi quello proposto da Formamentis, al quale hanno preso parte le penne di autori best-seller come Giulio Leoni (Mondadori), docenti universitari come Adolfo Fattori e Pasquale Massimo (Accademia di Belle Arti di Napoli), fumettisti e illustratori come Marcello Toninelli e Paolo Barbieri, dantisti come Mirco Manuguerra (fondatore e presidente del Centro Lunigianese di Studi Danteschi), tra gli altri.

Inoltre, hanno collaborato alla stesura del libro anche altri due porticesi: il professor Luigi Imperato e la fotografa Mariarosaria Varone.

Mario De Martino

Ad arricchire il volume, a cura di Mario De Martino, un’intervista a Sperello di Serego Alighieri, astrofisico e discendente diretto del Poeta, nonché i contributi degli studenti italiani, che hanno formulato interessanti risposte alla domanda: Perché è importante leggere Dante nel 2021?

Dante. 700 anni dopo, che sarà presentato in diretta streaming sui canali social della casa editrice Formamentis sabato 27 marzo, a partire dalle ore 16.30, è un viaggio illustrato nel mondo dantesco e in ciò che l’Alighieri ha significato per la nostra cultura.

Dalla quarta di copertina: Nel settimo centenario della morte è oltremodo necessario ripercorrere il cammino intellettuale e culturale del più grande poeta della nostra letteratura, analizzare le caratteristiche della sua Opera, interpretarne i contenuti, coglierne le infinite sfumature.

Questo libro, riccamente illustrato, è frutto di sinergie e passioni: accademici e ricercatori, docenti e illustratori, narratori e artisti hanno prestato la propria penna alla celebrazione di Dante, indagandone gli aspetti più significativi e curiosi, stimandone l’eredità che ha lasciato al mondo; dalla filologia alla storia, dalle arti figurative alle interpretazioni eterodosse, dalla ricezione della Commedia nei Paesi orientali ai campi di studio più particolari e inaspettati: la gastronomia, il fumetto, la parodia, i videogiochi.

In queste pagine rivive la personalità umana e letteraria di Dante: riscoprirla, nel XXI secolo, è dovere dell’Occidente (e non solo).

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: