De Vivo aiuta i ristoratori

Copertura solidale ai locali distrutti dalla mareggiata: la De Vivo Showroom si impegna a regalare 5 gazebo ai ristoratori colpiti

NAPOLI – Ieri è stato completato il montaggio del gazebo offerto gratuitamente ad uno dei ristoranti del Lungomare partenopeo che  ha subito gravi danni  dopo la violenta mareggiata del 28 dicembre scorso.

È il lieto fine dell’iniziativa Copertura Solidale proposta dalla famiglia De Vivo, proprietaria dell’omonima azienda che produce e installa coperture per esterni dal 1980.

Lo scorso 2 gennaio una forte mareggiata colpì il Lungomare napoletano tra via Partenope, piazza Vittoria e via Caracciolo causando seri danni alle strutture esterne degli esercizi commerciali: locali allagati, ombrelloni e dehors distrutti. Una perdita economica enorme per il settore  del Food già duramente provato dalle restrizioni causate dalla pandemia da Covid-19

All’indomani  della mareggiata, infatti, era stata lanciata il progetto di solidarietà da parte della De Vivo Showroom che offriva a 5 ristoratori, gratuitamente, nuove coperture per esterno rimovibili, progettate e prodotte su misura.

Si trattava di un supporto concreto, che però, purtroppo, ha trovato l’adesione di un solo imprenditore. Durante il montaggio della struttura i ristoratori confinanti, che non hanno risposto alla proposta, si sono meravigliati della concretezza del progetto.

Abbiamo fatto del nostro meglio per ripristinare l’area esterna del ristorante Mammina e mi auguro che possano beneficiare al massimo della nostra struttura – ha sottolineato Raffaele De Vivo, l’Amministratore delegato – Riteniamo che il settore della ristorazione, sia uno dei più colpiti dal Covid, e ci sarebbe piaciuto fare qualcosa di più, ma evidentemente, in questo difficile momento, esiste più scetticismo che fiducia.

La De Vivo Showroom, ha progettato, prodotto ed installato una struttura di 150 m² a supporto degli ombrelloni già esistenti, che permetterà al ristorante Mammina di lavorare anche in condizioni meteo avverse, non appena i ristoranti potranno riaprire al pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: