Droni in agricoltura

di Ciro Santisola

PORTICI (NA) – Agricoltura e innovazione da sempre viaggiano di pari passo. Ed è per questo che, in questi ultimi mesi, anche nelle aree rurali italiane, non è più così raro vedere piccoli velivoli sorvolare seminativi, frutteti, oliveti e vigneti. Questi strumenti vengono impiegati non certo per effettuare foto o riprese cinematografiche, ma per individuare la presenza di insetti e/o parassiti nocivi alle colture, per effettuare con estrema rapidità ed efficacia trattamenti di diserbo o di fitoterapia, per migliorare la resa e la qualità dei raccolti, per risparmiare acqua, concimi, diserbanti e antiparassitari, per capire se le tecniche utilizzate siano efficienti o migliorabili.

Per illustrare l’impiego delle tecnologie all’avanguardia per l’agricoltura di precisione e sulle opportunità derivanti dal loro utilizzo, alla Sala Cinese dell’ex Palazzo Reale, in via dell’Università dalle ore 9.30 alle ore 13.30 di giovedì 12 ottobre, si celebrerà il convegno sul tema L’uso dei droni per l’agricoltura di precisione.

I lavori saranno avranno luogo con il seguente programma:

Dalle ore 8.30 alle ore 9 – Registrazione dei partecipanti.

Dalle ore 9.30 – Rituali saluti di apertura, a cura dei professori Matteo Lorito, direttore del Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e Francesco Giulio Crescimanno, presidente dall’Accademia dei Georgofili Sezione Sud-Ovest.

Nel corso dei lavori, si susseguiranno le esposizioni delle seguenti relazioni:

  • Introduzione ai temi del Convegno.

Stefania De Pascale – Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

  • L’Agricoltura 4.0 tra leggenda e realtà: il progetto AGRIDIGIT.

Marcello Donatelli – Centro di Agricoltura e ambiente del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CREA).

  • Gli aeromobili a pilotaggio remoto per l’agricoltura: lo stato dell’arte della tecnologia.

Carlo Bisaglia & Paolo Menesatti – Centro di Ingegneria e Trasformazioni agroalimentari del Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia agraria (CREA).

  • Normativa e regolamentazione sull’uso dei droni.

Vincenzo Orso – Comandante Elicotterista, Pilota dei Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto dell’Ente Nazionale dell’Aviazione Civile (SAPR – ENAC)

  • Utilizzo di droni da carico in agricoltura: prospettive e sfide.

Fabrizio Sarghini – Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

  • Utilizzo di dati satellitari per la gestione di acqua e nutrienti nell’agricoltura di precisione.

Guido D’Urso, Giovanni Battista Chirico, Mario Palladino – Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II e Carlo De Michele, Salvatore Falanga Bolognesi – Ariespace srl, società di spin-off dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

  • Stima del bilancio energetico di superficie mediante un sistema aeromobile a pilotaggio remoto.

Antonino Maltese, Fulvio Capodici, Giuseppe Ciraolo, Goffredo La Loggia – Dipartimento di Ingegneria dell’Università degli Studi di Palermo.

  • Rilevamento multispettrale e multitemporale da drone per il monitoraggio delle colture agrarie: note di metodo e problematiche in alcune esperienze su agrumi e olivo.

Giuseppe Modica, Riccardo Fichera – Dipartimento di Agraria dell’Università Mediterranea di Reggio Calabria.

Alle ore 12.30 si terranno la discussione e saranno tratte le conclusioni.

Il coordinamento scientifico del convegno è curato da Stefania De Pascale e Guido D’Urso – Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

La segreteria organizzativa è affidata ad Adriana Forlani – Dipartimento di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli Federico II.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: