Figli di Portici famosi: il padre francescano Giacinto Ruggiero

di Stanislao Scognamiglio

Si sente spesso parlare di personaggi di Portici per nascita o d’elezione dei quali si sta perdendo la memoria … Ritengo perciò doveroso ravvivarne memoria fornendo un breve profilo biografico tratto dal mio inedito Diario; avvenimenti, cose, fenomeni, uomini, vicende.  Portici e Vesuvio dalle origini a oggi, con il conforto di Autori di ogni tempo.

Mario Ruggiero nasce a Grumo Nevano, in provincia di Napoli, il 5 ottobre 1913.

All’età di 15 anni, intrapresa la vita religiosa, è entrato nell’Ordine dei Frati Minori della Provincia francescana del Sacro Cuore di Napoli.

Vestito l’abito francescano, nel 1930, ha pronunciato la professione perpetua e ha preso il nome di Giacinto.

Nel 1935, ha emesso i voti e, nel 1937, ha ricevuto l’ordinazione sacerdotale.

Nel corso della sua formazione, «… con pari amore e passione», ha indirizzato i suoi studi alla sfera teologico-pastorale e quella umanistica.

Laureato in lettere classiche, per diversi anni, è stato docente negli studentati interni della Provincia monastica.

Rettore del Collegio Serafico di Marigliano prima e di Afragola poi, dal 1948, ha affiancato padre Sosio Del Prete (Frattamaggiore, Napoli, 27 dicembre 1885 – Napoli, 27 gennaio 1952) nella guida delle Piccole Ancelle di Cristo Re in Portici.

dal l952, con la morte del Fondatore, continuatore della sua opera, è divenuto assistente generale dell’Istituto delle Piccole ancelle di Cristo Re.

Incardinato presso l’Istituto per le sue doti umane, spirituali, religiose e culturali, ha continuato a promuoverne «… la fedeltà allo specifico carisma assieme ad un costante impegno nella crescita di opere assistenziali e culturali».

Uomo di ampia e vivace cultura, per «… tutta la sua vita si mosse su due direttrici principali: il servizio ai giovani e ai poveri e la promozione culturale».

In seno alla Congregazione, agli inizi degli anni ’50 dello scorso secolo, ha gettato le basi per la creazione di un Centro bibliotecario.

Negli anni a seguire, ha arricchito la biblioteca, fornendola, previa accurata scelta, di volumi autorevoli e validi autori.

Inoltre, ha collaborato fattivamente «… alla realizzazione di corsi professionali e artigianali, come quelli per elettrotecnici, per odontotecnici, una scuola marittima e organizzò anche una tipografia, che stamperà un certo numero di opere».

Per il suo impegno nella promozione delle iniziative culturali, nel I959, dallo Stato italiano è stato insignito della  Medaglia d’oro di prima classe per i benemeriti della scuola, della cultura e dell’arte.

Il padre francescano Giacinto Ruggiero muore a Portici il 15 dicembre 1984, presso la casa francescana delle Suore Piccole Ancelle di Cristo Re.

Nel 2012,  nella ricorrenza del centesimo anno della sua nascita, la biblioteca è stata a lui dedicata.

Oggi, a pieno titolo, dalle Piccole Ancelle di Cristo Re è considerato e definito Cofondatore della Congregazione «… per l’impulso dato alla vita spirituale, apostolica e culturale della Famiglia religiosa e per l’impegno profuso nella realizzazione e diffusione delle Opere dell’Istituto».

Nastrino della decorazione attribuitagli

 Medaglia d’oro di prima classe per i benemeriti della scuola, della cultura e dell’arte

Articolo correlato:

https://wp.me/p60RNT-3TH

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: