Figli di Portici famosi: il parroco Giovanni Galdi

di Stanislao Scognamiglio

Si sente spesso parlare di personaggi di Portici per nascita o d’elezione dei quali si sta perdendo la memoria … Ritengo perciò doveroso ravvivarne memoria fornendo un breve profilo biografico tratto dal mio inedito Diario; avvenimenti, cose, fenomeni, uomini, vicende.  Portici e Vesuvio dalle origini a oggi, con il conforto di Autori di ogni tempo.

Giovanni Galdi è nato a Portici il 15 aprile 1874, da Domenicantonio Galdi e da Mariangela Notari.

Giovanissimo ha scelto di servire il Signore.

Pertanto, seguendo la chiamata, è entrato nel seminario diocesano di Napoli.

Completati gli studi, è stato ordinato sacerdote.

Avviatosi all’esercizio del ministero pastorale, ha accettato l’incarico di cappellano nella chiesa di Santa Maria Francesca delle cinque piaghe a Napoli.

Nel 1935, dal cardinale arcivescovo di Napoli gli è stata affidata la cura della parrocchia dell’Addolorata a Portici.

Il 5 maggio 1935, preso possesso della chiesa parrocchiale, ne è divenuto secondo parroco.

Nel settembre dello stesso anno dell’investitura, ricorrendo il centenario della costruzione del sacro tempio, «… valendosi della collaborazione del Sig. Luigi Principe», ha organizzato solenni festeggiamenti.

Disponendo della «… capacità di porgere in modo facile, ma illuminato, la Parola di Dio», fervente e richiestissimo predicatore, ha svolto la sua missione in più regioni d’Italia

Agli inizi del 1954, colpito da una penosa e grave malattia, il suo fisico è andato progressivamente e sempre più a infiacchirsi.

Afflitto dal male incurabile, il parroco Giovanni Galdi, si spegne a Portici martedì 22 giugno 1954, nella casa canonica.

Profili precedenti 1

Profili precedenti 2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: