Figli di Portici Famosi: il principe Gabriele Borbone di Spagna

di Stanislao Scognamiglio

Si sente spesso parlare di personaggi di Portici per nascita o d’elezione dei quali si sta perdendo la memoria … Ritengo perciò doveroso ravvivarne memoria fornendo un breve profilo biografico tratto dal mio inedito Diario; avvenimenti, cose, fenomeni, uomini, vicende.  Portici e Vesuvio dalle origini a oggi, con il conforto di Autori di ogni tempo.

Gabriele Borbone di Spagna è nato a Portici, il 23 novembre 1752.

Principe reale, quarto figlio della coppia regnante su Napoli e Sicilia Carlo di Borbone (Carlos Sebastián de Borbón y Farnesio: Madrid, 20 gennaio 1716 – ivi, 14 dicembre 1788) e Maria Amalia di Sassonia (Dreda, 24 novembre 1724 – Madrid, 27 settembre 1760), è stato battezzato imponendogli i nomi: Gabriel Antonio Francisco Javier Juan Nepomuceno José Serafin Pascual Salvador.

Intelligente e molto colto, oltre a essere stato un eccellente traduttore dell’opera dello storico romano Sallustio (Gaius Sallustius Crispus: Amiternum, 1 ottobre 86 a.C. – Roma, 13 maggio 34 a.C.), si è dimostrato anche un vero mecenate. Tra i suoi interessi culturali, preminente è stata la musica, insegnatagli dal compositore e maestro organista Antoni Francesc Xavier Josep Soler Ramos, (meglio noto come Padre Soler: Olot, 1729 – San Lorenzo de El Escorial, 20 dicembre 1783).

All’età di sette anni, divenuto il padre re di Spagna a seguito al decesso dello zio FerdinandoVI di Borbone (Madrid, 23 settembre 1713 – Villaviciosa de Odón, 10 agosto 1759), morto senza eredi, si è trasferito a Madrid, seguendo i suoi genitori e i fratelli maggiori l’infante Carlo (Portici, 11 novembre 1748 – Roma, 20 gennaio 1819) e l’infanta Maria Luisa (Maria Ludovica (Portici, 24 novembre 1745 – Vienna, 15 maggio 1792).

Ha ricoperto la carica di gran priore dell’Ordine dell’Ospedale di San Giovanni di Gerusalemme in Castiglia e León

A lui si deve la fondazione della Casita del Infante, un edificio in stile neoclassico fatto costruire nel 1771 in San Lorenzo de El Escorial, una residenza della famiglia reale, concepita per ospitare concerti di musica da camera.

Al termine delle trattative pre-matrimoniali, il 12 aprile 1785 a Lisbona, ha contratto matrimonio con l’infanta Maria Anna Vittoria di Braganza (Mariana Vitória Josefa Francisca Xavier de Paula Antonieta Joana Domingas Gabriela de Bragança: Queluz, 15 dicembre 1768 – San Lorenzo de El Escorial, 2 novembre 1788), figlia primogenita dei reali del Portogallo Maria I (Maria Francisca Isabel Josefa Antónia Gertrudes Rita Joana de Bragança, detta la Pia, in Portogallo o la Matta, in Brasile:  Lisbona, 17 dicembre 1734 – Rio de Janerio, 20 marzo 1816) e Pietro III (Lisbona, 5 luglio 1717 – ivi, 25 maggio 1786).

Il 23 maggio dello stesso anno, l’augusta coppia ha tenuto una seconda cerimonia nuziale ad Aranjuez.

Dal matrimonio, ha avuto tre figli: Pietro Carlo (18 giugno 1786 – 4 luglio 1812; Maria Carlotta (4 novembre – 11 novembre 1787); Carlo Giuseppe Antonio (28 ottobre – 9 novembre 1788).

Per aver contratto il vaiolo, all’età di 36 anni, Gabriele Borbone di Spagna si spegne in San Lorenzo de El Escorial, il 23 novembre 1788.

Nastri delle onorificenze concessegli:

 Cavaliere dell’Ordine del Toson d’Oro (Spagna)

 Chevalier du Ordre du Saint-Esprit (Cavaliere dell’Ordine dello Spirito Santo)

Articolo correlato:

https://wp.me/p60RNT-3TH

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: