Figli di Portici famosi: Nicolò Luigi Ernesto Vergara Caffarelli

di Stanislao Scognamiglio

Si sente spesso parlare di personaggi di Portici per nascita o d’elezione dei quali si sta perdendo la memoria … Ritengo perciò doveroso ravvivarne memoria fornendo un breve profilo biografico tratto dal mio inedito Diario; avvenimenti, cose, fenomeni, uomini, vicende.  Portici e Vesuvio dalle origini a oggi, con il conforto di Autori di ogni tempo.

Nicolò Luigi Ernesto Vergara Caffarelli è nato a Napoli il 22 gennaio 1851.

Discendente dalla nobile famiglia dei duchi di Craco, dei Marchesi, di Comignano e di Savochetta, figlio terzogenito di Girolamo Francesco Paolo Giuseppe Baldassare Vergara Caffarelli (Palermo, 1805 – Portici,1870)  e di Adelaide Raymond (Napoli, 1803 – ivi, 1873), è stato sempre chiamato con il solo nome d’uso Ernesto.

Nel 1872, si è laureato in ingegneria alla Regia Scuola di Applicazione per l’Ingegneri in Napoli, dissertando Sui forni di distillazione delle usine a gas.

Reputata lodevole e degna di stampa, la tesi, un «… alla carissima madre mia ed alla santa memoria di mio padre d’affetto e gratitudine riverente tributo», è stata pubblicata a Napoli nello stesso anno.

Il 9 aprile 1876 , ha sposato a Portici la signorina  napoletana Clelia Leone (Napoli, 1854 – Portici, 1936). Dal matrimonio ha avuto il figlio Carlo Girolamo Luigi Mario (Portici, 1877 – Roma, 1966).

Ingegnere e architetto, ha progettato e diretto i lavori della costruenda chiesa alla strada Nuova di Bellavista, attuale corso Armando Diaz.

Il nuovo luogo di culto, dedicato al Sacro Cuore di Gesù, la cui facciata richiama lo stile gotico- lombardo del ’400, è stato aperto al pubblico culto nel 1897.

Un’epigrafe commemorativa, incisa su una lapide murata alla parete del lato sinistro dell’ingresso della chiesa, ricorda l’evento:

PRIMO A SORGERE E DAR VITA / ALLA RIDENTE BELLAVISTA / FU QUESTO TEMPIO / CHE / LA MUNIFICA PIETA’ DEI FEDELI / E / LA TENACIA DEL FONDATORE / SAC. DOMENICO MARCHIORRE / ERESSERO E DONARONO / AL CARDINALE ARC. DI NAPOLI / 1897-1913 / ERNESTO VERGARA CAFFARELLI / DISEGNÒ E DIRESSE.

Nell’ottobre del 1914, in un opuscolo pubblicato a Napoli, dal titolo Proposte di miglioramento necessarie per la nuova strada di Bellavista, ha raccolto alcune «… considerazioni nell’interesse del paese, perchè anche io sono legato a questa cittadina, per antichi ricordi e per interessi di famiglia».

All’età di 69 anni e 5 mesi, l’ingegnere e architetto Nicolò Luigi Ernesto Vergara Caffarelli muore a Portici, il 7 giugno 1920, tra le mura del palazzo in via Amoretti.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *