Finito Carnevale comincia Quaresima

di Stanislao Scognamiglio

PORTICI (NAPOLI) – Nella tradizione cristiana il mercoledì delle Ceneri segna l’inizio della Quaresima.

La Quaresima, per la Chiesa cattolica e le altre chiese cristiane, indica periodo di preparazione, attraverso un cammino di penitenza e conversione, per vivere in pienezza il mistero della morte e della risurrezione del Cristo.

Nei quaranta giorni della Quaresima il cristiano osserva il digiuno e l’astinenza  nel giorno delle Ceneri e l’astinenza dalle carni nelle giornate di venerdì, partecipa alle celebrazioni del tempo pasquale, alla rituale Via Crucis.

Il periodo di preparazione, scandito dalle cinque domeniche, distinte dal nome latino derivato dall’introito del giorno,  rispettivamente Invocavit, Reminiscere, Oculi, Lætare, Judica, prosegue con la Domenica delle Palme, Palmarum, e si conclude il Giovedì Santo con la celebrazione della Messa In Cœna Domini.

Per prepararsi a vivere a pieno la Santa Pasqua, oltre alla preghiera e alla partecipazione alle rituali celebrazioni liturgiche, la comunità francescana dei Frati Minori Conventuali, propone una meditazione sul mistero pasquale attraverso la visione delle opere pittoriche e scultoree presenti nel convento di Sant’Antonio in Portici.

conventosantantonioportici

Nel corso della prossima Settimana Santa, 20-27 marzo 2016, i fedeli, e non solo, con una particolarissima visita alle sale, potranno vivere l’occasione di elevarsi nello spirito ricercando la fede anche attraverso l’arte.

Saranno dunque poste in mostra opere riguardanti il triduo pasquale:

  • Giovedì Santo: Lavanda dei piedi; icona policroma di un non meglio identificato frate pittore rumeno; Istituzione della Eucaristia, olio su tela di un anonimo pittore del Settecento; Gesù porta la croce, olio su tela di un allievo di scuola caravaggesca.
  • Venerdì Santo: Deposizione del Cristo, olio su tela; Maria tiene sulle ginocchia il corpo del Cristo morto, gruppo scultoreo in legno policromo, di ignoto autore del Settecento; Maria Addolorata, scultura in legno; Una spada ti trafiggerà il cuore, olio su tela, di ignoto pittore seicentesco; Maria Addolorata, olio su tela di un non meglio artista di fine Ottocento.
  • Domenica di Pasqua: Resurrezione, affresco della cupola di Sant’Antonio.

Inoltre, la comunità dei frati propone al popolo dei fedeli l’ascolto dei canti eseguiti dalla Schola Cantorum della Parrocchia di Sant’Antonio da Padova, nonchè l’esecuzione dello Stabat Mater, cantato dal Coro Santa Cecilia Torre del Greco. 

L’interpretazione dello Stabat Mater, composto dall’organista e violinista Giovanni Battista Draghi, meglio noto come Gian Battista Pergolesi, per officiare alla liturgia della Settimana Santa, impegnerà il coro tornese si terrà alle ore 20 del 19 marzo  alla Cappella Reale di Portici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *