Fondi UE, ok per il waterfront

PORTICI (NAPOLI) – Il litorale della città vesuviana sarà finalmente unito con quello di Napoli: la passeggiata al mare che va dal porto Borbonico del Granatello al Museo Ferroviario Nazionale di Pietrarsa.

Martedì 29 dicembre in Regione è stato siglato l’atto aggiuntivo al PIU EUROPA tra il sindaco Nicola Marrone e il presidente della Giunta regionale della Campania Vincenzo De Luca.

La firma ha coinvolto cinque città medie della Campania – Portici, Torre del Greco, Afragola, Cava de’ Tirreni, e Pozzuoli – titolari di progetti finanziati con fondi europei superiori ai 5milioni di euro e soprattutto ritenuti strategici per lo sviluppo del territorio.

Portici avrà finalmente il suo waterfront, quasi due chilometri di costa da poter percorrere a piedi con la possibilità di accedere agli ampi arenili completamente restituiti alla fruizione pubblica.  Il progetto di riqualificazione del waterfront, finanziato con circa 9.900.000 euro nell’ambito del programma PIU EUROPA,  è stato  appaltato a seguito di gara europea.

Intanto i lavori nel cantiere avviato da qualche mese procedono spediti per arrivare in estate con il lungomare completato.

Ha dichiarato il sindaco Marrone: «Costituisce motivo di grande soddisfazione aver recuperato i fondi necessari per garantire la realizzazione di un’opera strategica non solo per la nostra città ma per un importante tratto di costa del Miglio d’Oro che unisce Portici con Napoli. Portici punta sempre più ad inserirsi a pieno titolo nel circuito del turismo culturale e stiamo compiendo tutti gli sforzi necessari dal punto di vista della pianificazione di sistema con le vicine Napoli, Ercolano e Pompei.  Il  nostro obiettivo è quello di restituire il mare ai cittadini  dopo decenni di attesa e un lungomare degno di tale nome».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *