Frammenti di Luce al Dok Leipzig

Il docufilm Frammenti di Luce diretto dai giovani registi Andrea Valentino e Giovanni Rosa è stato selezionato al mercato del cinema di Dok Leipzig.

Dok Leipzig è uno dei festival  più longevi  e si tiene annualmente nella città di Lipsia, in Sassonia, Germania. È una rassegna internazionale di documentari  e film animati nata nel  1955  come 1st All-German Leipzig Festival of Cultural and Documentary Films. Fu il  il primo film festival indipendente della Germania dell’Est. Il mercato di Dok Leipzig è una delle realtà più importanti d’Europa per la commercializzazione e distribuzione degli short movies. Il Festival. in concomitanza con il mercato, si apre il prossimo 31 ottobre per concludersi il 6 novembre.
frammentidiluce1

Frammenti di Luce, prodotto da Labirinto Visivo in coproduzione con Vargo Film e col supporto della Fondazione Carical,  ha usufruito del sostegno economico del Bando alla crisi, indetto dalla Lucana Film Commission.

frammentidiluce3

Il documentario ripercorre il furto di affreschi perpetrato da Rudolf Kubesch nelle chiese rupestri di Matera nel 1962, e l’eccezionale ritrovamento a distanza di cinquant’anni dell’affresco di un santo monaco “strappato” che si riteneva irrimediabilmente perduto.

Il racconto della vicenda legata al furto insieme con la voglia di far emergere e conoscere la bellezza delle chiese rupestri, ha inevitabilmente influito sulla scelta di “giocare” con i generi, mischiando il noir con lo stile documentaristico più classico.

frammentidiluce2

La riflessione che si intende sviluppare è incentrata sulla necessità italiana di salvaguardia dell’enorme patrimonio artistico e culturale esistente e spesso vilipeso, in quanto manca la capacità di sedimentare nell’opinione pubblica l’idea di bene come elemento identitario di una collettività.

Labirinto Visivo è una factory nata nel 2011, attiva nell’ambito dell’elaborazione di contenuti multimediali. Il gruppo di lavoro, composto da figure professionali che operano in specifici settori della comunicazione, spazia dalla progettazione di allestimenti museali e scenografici a carattere multisensoriale ed immersivo, all’ideazione e realizzazione di spot, video d’arte, videoproiezioni per spettacoli teatrali e produzione di documentari d’autore.

Ha realizzato i musei multimediali Palco dei Colori a Satriano di Lucania (Pz) e Mec a Craco (Mt), prodotto i documentari Dio delle Zecche e Le Canzoni di Giovanni Rosa e La traiettoria ideale di Giovanni Totaro, curato la produzione e l’allestimento video dello stand Basilicata presso l’Expo di Milano 2015, digitalizzato l’archivio del Museo Mamt (Fondazione Mediterraneo) a Napoli e ha posto in essere una collaborazione artistica con il Goethe Institut di Napoli per la produzione di materiali audiovisivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: