Francesco II ricordato a Santa Chiara

Il giovane Re Francesco II ricordato nell’anniversario della sua morte nella Reale Basilica di Santa Chiara

CITTÀ METROPOLITANA DI NAPOLI – Nell’occasione del 125esimo anniversario della scomparsa di S.M. Re Francesco II delle Due Sicilie, nella Reale Basilica di Santa Chiara mercoledì 27 dicembre è stata celebrata una Messa in suffragio, officiata dal Rev.mo Fra Carlo D’Amodio, Ministro Provinciale del O.F.M. di Napoli.

Alla celebrazione era presente una delegazione di Cavalieri del Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, ordine religioso cavalleresco legato alla casata dei Borbone Due Sicilie.

Nato a Napoli il 16 gennaio 1836, rimase orfano della madre Maria Cristina di Savoia poco dopo la nascita.

Il Duca di Calabria Francesco d’Assisi Maria Leopoldo, principe ereditario, dopo la prematura morte del padre Ferdinando II, avvenuta il 22 maggio 1859, salì al trono.

Iniziato a regnare, manifestò di voler continuare la linea politica paterna, ma da subito si trovo ad affrontare decisioni impegnative,.

Di carattere mite, profondamente religioso, Francesco II è passato ingiustamente alla storia come un sovrano debole. Tanti traditori e cattivi consiglieri lo portarono a scelte sofferte: con l’atto sovrano dell’8 dicembre 1860, con il nemico orma alle porte della città, annunciò ai sudditi la volonta di lasciare la capitale …  per non esporla agli orrori di un bombardamento. Fu un atto d’amore, non di viltà

Trasferitosi con la corte a Gaeta, sostenne insieme con l’eroica Maria Sofia una strenua resistenza dagli spalti della Cittadella, fino al 13 febbraio 1861, Dopo poco più di un anno di regno, dovette subire l’umiliazione dell’annessione al Regno d’Italia. Cominciò così l’esilio.

Re Francesco II di Borbone si spense ad Arco, Trento,. Il 27 dicembre 1894, assistito  dalla consorte Maria Sofia di Baviera e dal fratello Alfonso, Conte di Caserta.

Sepolto nella cittadina trentina – dove, alla sua morte, riposò anche la moglie, successivamente le salme vennero traslate a Roma, dove si trovava il loculo dela figlioletta della coppia reale Maria Cristina.

Solo nel 1984, avvenne la traslazione definitiva dei Reali a Napoli, nella Basilica di Santa Chiara. Fu una cerimonia solenne, con la con la scorta d’onore dei Cavalieri Costantiniani di San Giorgio.

Re Francesco II è divenuto Servo di Dio il 16 dicembre 2020, con l’apertura del processo di canonizzazione.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: