Giornata Nazionale del Paesaggio: PaErco insieme al Parco del Vesuvio

In occasione della prima edizione della Giornata Nazionale del Paesaggio, promossa dal MiBACT (Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo), che si terrà mercoledì 14 marzo con il fine di promuovere la cultura del paesaggio e sensibilizzare i cittadini e i visitatori sui temi della conoscenza e della salvaguardia del territorio, il direttore del Parco Archeologico di Ercolano Francesco Sirano, si è fatto promotore di una bella iniziativa: i visitatori che esibiranno alla biglietteria del Parco Archeologico il biglietto attestante la visita al cratere del Parco Nazionale del Vesuvio nei giorni 13 e 14 marzo, potranno usufruire di un biglietto ridotto. Si avvia così una joint venture culturale di grande impatto.

Così il direttore Sirano: «Il Vesuvio è un aspetto caratterizzante di forte valenza per il Parco Archeologico di Ercolano e il nostro impegno è ricordare quotidianamente che dal Vesuvio tutto ha avuto origine, da qui il tributo in questa giornata a un paesaggio che è natura, ecosistema ma anche valore identitario.

Francesco Sirano, classe 1964, dal 2017 rappresenta e dirige il Parco Archeologico di Ercolano. Ha portato una ventata di freschezza: tanti i progetti innovativi che mirano ad un maggiore coinvolgimento nelle proposte culturali

Prossimo appuntamento del Parco Archeologico di Ercolano sarà dedicato alle guide turistiche è l’aggiornamento che si terrà mercoledì 14 marzo, questa volta con un percorso culturale fuori dalla città antica con lo scopo di creare consapevolezza negli operatori del settore, e quindi nei visitatori, dell’inestimabile valore del patrimonio materiale e immateriale che non si esaurisce nell’area archeologica.

L’invito a Ercolano post 79 è rivolto a massimo 30 guide turistiche. Le richieste dovranno pervenire all’indirizzo  hcp@herculaneum.org  entro le 12 di martedì 13 marzo. Se numero delle richieste dei partecipanti supererà il limite stabilito, verrà organizzata una seconda giornata con lo stesso approfondimento tematico.

Ercolano post 79 è proposto nell’ottica di sostenere lo sviluppo del territorio e costruire reti locali con una progettualità condivisa che produca benessere e sviluppo economico per l’intera comunità, quindi non solo per l’area archeologica. Il Parco Archeologico di Ercolano insieme all’Herculaneum Conservation Project propone l’itinerario che si svilupperà nel centro medievale di Ercolano, dal santuario di Pugliano con visita all’ipogeo per approfondire anche il patrimonio intangibile. Una passeggiata attraverso il mercato storico, i suggestivi vicoletti per raggiungere la Reggia di Portici, fare una tappa a Radio Siani, che ha sede in  bene confiscato alla camorra, gestito da una cooperativa di giovani locali e rientro al Parco Archeologico.

«Con questa iniziativa proseguiamo lungo un percorso già inaugurato dal Comune di Ercolano che negli scorsi mesi ha organizzato con l’Istituto Tilgher nell’ambito del percorso di alternanza scuola lavoro dei walking tours alla scoperta del centro storico – ha specificato il direttore Francesco Sirano –  Mi piace sottolineare la sintonia nei programmi e nelle iniziative di divulgazione e conoscenza che unisce tutte le istituzioni protagoniste del rilancio culturale del territorio».

L’itinerario l’archeologo dell’HCP sarà guidato da Domenico Camardo e dalla dottoressa Paola Matafora, esperta in tradizioni popolari per la parte del mercato del santuario di Pugliano, insieme allo staff di Radio Siani. Tutte tappe insolite che possono essere proposte ai visitatori perché conoscano le ricchezze di questo territorio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *