Histoires de Parfums, un evento ispirato alla filosofia Yin e Yang

di Carlo Alfaro

SORRENTO (NA) – Un evento particolarmente “profumato”  che si terrà sabato 24 marzo a partire dalle 18 da Mario Limone Art Perfumery al Corso Italia 212 b/c: la famosa casa Histoires de Parfums Paris ha scelto questa speciale profumeria come sede di eccellenza per la presentazione delle sue due nuove composizioni, Blue 1.4 & Blue 1.5.

Originale il concept di queste fragranze, ispirato alla antichissima filosofia cinese Yin e Yang, secondo cui ogni elemento dell’universo ha un suo corrispettivo opposto. Yin (nero) e Yang (bianco) sono due forze complementari, interdipendenti l’una dall’altra, due aspetti della stessa realtà che la identificano nella sua interezza. Esempi di Yin e Yang sono oscurità-luminosità, terra- cielo, luna- sole, notte- giorno, freddo- caldo, nord- sud, terra- aria, acqua- fuoco.

Le due polarità energetiche unite assieme rappresentano un insieme armonioso e perfetto, perché nulla può essere completamente yin o completamente yang, ma in ogni cosa c’è parte del proprio opposto. Lo yin e lo yang hanno radice uno nell’altro, e l’uno non può esistere senza l’altro.

Nel caso della coppia di profumi, 1.4, Yin rappresenta l’energia naturale, centrata su se stessa, la forza interna, la profondità degli elementi, il ritorno alle origini e la riflessione, mentre 1.5, Yang, l’energia sintetica, interamente rivolta all’esterno, la potenza creatrice, la vivacità, il futuro, l’evoluzione e l’azione.

Ciascuna delle due essenze apporta la sua ricchezza e la integra con l’altra: quando una svela la forza bruta della natura, l’altra dispiega, immateriale, una possente energia creatrice. Uniti, creano una sinergia olfattiva che allea naturale e sintetico in una fragranza delicata e piena, sottile e profonda al contempo.

Unire lo Yin lunare di 1/.4 allo Yang solare di 1/.5, sovrapponendoli, dovrebbe condurci all’Armonia assoluta. Le due nuove fragranze completano il progetto Ceci n’est pas un flacon bleu, una collezione imbevuta di arte moderna che deve il suo nome all’opera di Magritte, il celebre pittore surrealista belga degli anni ’20.  Famose le sue immagini di oggetti accompagnate dalle dichiarazioni del tradimento delle immagini, «… ceci n’est pas…», a dimostrare che dal vuoto all’esistenza vi sono infinite possibilità, il tutto nell’infinito mondo del blu.

L’evento sorrentino prevede la presenza di Monsieur Gérald Ghislain, fondatore di Histoires de Parfums, designato a narrare il suo percorso creativo e la sua ricerca. Per l’occasione sarà offerto un aperitivo di eccellenza da parte del Ristorante Tasso in tema Yin e Yang.

Ingresso libero e gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *