I grandi del Siglo de Oro

NAPOLI – All’Auditorium dell’Instituto Cervantes in via Nazario Sauro mercoledì 23 novembre alle 15.30 la Compañ’ıa Nacional de Teatro Clásico  presenta La voz de nuestros clásicos, frammenti dalle opere di Calderón de la Barca, Lope de Vega e Miguel de Cervantes.

Dopo il debutto a Berlino e le successive repliche a Roma, Algeri, Tunisi e Palermo, il progetto La voz de nuestros clásicos arriva nel capoluogo partenopeo per l’ultima tappa del tour che ha toccato Europa e Nord Africa. La terza edizione del progetto vede la prestigiosa compagnia spagnola impegnata in una serie di eventi che celebrano il passaggio di Miguel de Cervantes in alcune di queste città, nell’anno del quarto centenario della morte del grande scrittore nativo di Alcalá de Henares.

Tre attori  – Nuria Gallardo, Pepa Pedroche e Marcial Álvarez  – accompagnati dalle musiche eseguite dal vivo da Juan Carlos de Mulder – compositore e interprete di musica barocca – porteranno in scena i frammenti più significativi di titoli emblematici del Siglo de Oro, il secolo d’oro spagnolo, come La vida es sueño e El alcalde de Zalamea di Calderón de la Barca, El perro del hortelano di Lope de Vega e ovviamente testi di Cervantes come La entretenida, Pedro de Urdemalas e El Quijote.

Diretta da  Helena Pimenta, la Compañı́a Nacional de Teatro Clásico proporrà un viaggio drammaturgico‐poetico, ponendo l’accento sull’eccellenza del verso e della prosa, sulla parola, sull’eloquenza e sui diversi generi e toni, rivelando l’attualità dei temi toccati nei testi selezionati, che accomunano presente e passato: amore, libertà, manipolazione dell’individuo da parte del potere, responsabilità dei governanti e dei padri e, naturalmente, la ricerca della felicità.

Fondata nel 1985 dal regista e attore Adolfo Marsillach, la Compagnia Nazionale di Teatro Classico ha come funzione principale il recupero, la conservazione, la revisione e la diffusione  del patrimonio teatrale spagnolo antecedente al XX secolo, con particolare attenzione al Secolo d’Oro che va dai primi del cinquecento a tutto il seicento e corrisponde al periodo della maggior gloria politica e militare della nazione, che era da poco giunta all’unità, con la cacciata dei mori.

cntc_napoli

Questo tour fa parte del Progetto Europa nato dalla collaborazione tra l’Istituto Nazionale di Arti performative e musica, il Dipartimento Cultura dell’Istituto Cervantes e la Compagnia Nazionale di Teatro Classico. Anche a Napoli, come in ogni città, l’attività sarà completata da incontri con compagnie teatrali, ispanisti (studiosi, professori e studenti universitari) e con chiunque sia interessato alla bellezza e allo studio del patrimonio teatrale e letterario spagnolo.

L’ingresso al teatro dell’Instituto Cervantes è libero fino ad esaurimento dei posti disponibili.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: