I legumi, ricchezza della terra

di Stanislao Scognamiglio 

PONTECAGNANO (SA) – Nell’ambito delle attività promosse dal MIPAAF e dal CREA per celebrare l’Anno internazionale dei legumi indetto dall’ONU, alle ore 9.30 di giovedì 29 settembre 2016, presso la sede del Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria – Centro di Ricerca per l’Orticoltura, alla via Cavalleggeri 25 di Pontecagnano Faiano, si terrà il convegno dal tema I legumi per una dieta sana e un’orticoltura sostenibile. Quali opportunità di sviluppo?

Nel corso dei lavori saranno dibattute le potenzialità e le problematiche dell’utilizzazione dei legumi a fronte delle esigenze attuali e future dell’agricoltura e dell’alimentazione.

I #legumi, importantissima fonte di proteine, di energia, di fibre e di micronutrienti, per questa loro prerogativa da sempre sono definiti la carne dei poveri. Ciò nonostante, la coltivazione è andata sempre più riducendosi a causa dei mutamenti degli stili di vita.

«L’elevato tasso di crescita della popolazione mondiale, gli elevati costi energetici e ambientali degli allevamenti e gli effetti negativi sulla salute dell’uomo a seguito dell’elevato consumo di proteine animali, hanno determinato la necessità di considerare fonti proteiche alternative. Negli ultimi anni, le leguminose da granella stanno riscuotendo sempre più interesse, non solo per gli aspetti nutrizionali. Grazie alla simbiosi azotofissatrice, infatti, è possibile inserirle in avvicendamenti colturali biologici ed ecosostenibili, con conseguente miglioramento delle caratteristiche biologiche dei suoli agricoli e riduzione dell’inquinamento delle acque. L’aumento della coltivazione di varietà locali di leguminose da granella sta sempre più diventando una realtà importante in diversi areali marginali del nostro paese e del mondo. La vera sfida sarà rendere sempre più competitiva la coltivazione delle leguminose considerando, nel complesso, i vantaggi ambientali e salutistici che ne derivano e – soprattutto – realizzando innovazioni di prodotto che consentano di incentivare il consumo di proteine vegetali proponendo nuovi prodotti più adatti alle esigenze e ai gusti del consumatore»*.

Di seguito, si riporta il programma dei lavori:

  • Ore 9.30 Welcome coffee e registrazione
  • Ore 10 Saluti e introduzione curati da:

– Teodoro Cardi, direttore CREA-ORT;

– Salvatore Parlato, commissario CREA;

– Sabrina Capozzolo, membro Commissione Agricoltura alla Camera dei deputati;

– Francesco Alfieri, consigliere delegato del presidente della Giunta Regionale della Campania per l’Agricoltura e la Pesca;

– Ernesto Sica, sindaco di Pontecagnano Faiano.

Gli interventi dei relatori saranno:

  • Ore 10.30 Evoluzione e domesticazione delle leguminose – Roberto Papa, Dipartimento di Agraria, Università Politecnica delle Marche, Ancona;
  • Ore 10.50 Ruolo agroecologico delle leguminose – Massimo Zaccardelli, CREA-Centro di Ricerca per l’Orticoltura, Pontecagnano ed Enrica De Falco, Dipartimento di Farmacia, Università degli Studi di Salerno, Fisciano;
  • Ore 11.10 I legumi nella biodiversità mediterranea – Gaetano Laghetti, Angela Rosa Piergiovanni, CNR-Istituto di Bioscienze e Biorisorse, Bari, Rosa Pepe, Massimo Zaccardelli, CREA-Centro di ricerca per l’orticoltura, Pontecagnano;
  • Ore 11.30 Aspetti nutrizionali e nutraceutici dei legumi – Vincenzo De Feo, Dipartimento di Farmacia, Università degli Studi di Salerno, Fisciano;
  • Ore 11.50 Aspetti economici delle filiere dei legumi – Luigi Cembalo, Università degli Studi di Napoli “Federico II”, Portici;
  • Ore 12.10 I legumi nella dieta mediterranea – Elisabetta Moro, Università Suor Orsola Benincasa, Napoli;
  • Ore 12.30 Genotipi innovativi di fagiolo e loro impiego per la produzione di alimenti ad alto valore aggiunto – Francesca Sparvoli, CNR-Istituto di Biologia e Biotecnologia Agraria, Milano;
  • Ore 12.50 Discussione
  • Ore 13.15 I legumi nei presidi Slow Food – Giuseppe Orefice Slow Food Campania;
  • Ore 13.30 I legumi in cucina – Degustazione di legumi campani presidi Slow Food;
  • Ore 14.30 Tavola rotonda e dibattito Esigenze e prospettive di ricerca e innovazione nelle filiere delle leguminose. Gli interventi confermati sono: Rosario Rago, Confagricoltura Campania; Salvatore Loffredo, Coldiretti Campania; Mario Grasso, CIA Campania; Giovanni De Angelis, ANICAV; Emiddio De Franciscis di Casanova, Regione Campania, UOD Tutela qualità, tracciabilità dei prodotti agricoli e zootecnici servizi di sviluppo agricolo; Imprenditori e Ricercatori del settore;
  • Ore 15.45 Dibattito
  • Ore 16.15 Conclusioni – Giuseppe Di Rubbo, MiPAAF PIUE IV – OCM unica e produzioni vegetali.

* Fonte: Crea – Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’Analisi dell’Economia Agraria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: