Il bestiario umano

Il nostro autore questa settimana ci delizia con un florilegio di bestialità, non degli animali ma dei loro padroni…

(Brani scelti dal volume di Lucio Sandon Libro del Bestiario Veterinario, ed. Alphalibri. I proventi dei diritti d’autore vengono integralmente devoluti alla Clinica Pediatrica Meyer di Firenze) 

Fango

Cliente che tenta di allevare di tutto: pesci, pappagalli, cani, conigli, gatti, tartarughe, ecc ecc…

«Dottoressa! Ho catturato delle rane, voglio provare ad allevarle!»

Io: «Adesso siamo passati agli anfibi, allora!»

Lui: «No, con gli stivali di gomma le ho catturate, non con gli anfibi!»

 Sala d’attesa

«Ho portato il cane dal veterinario perché ha il vizio di mordere mia moglie.»

«Lo vuole far abbattere?»

«No, devo fargli arrotare i denti.»

La vergine delle targhe

«Dottore, la mia Cindy non ha ancora avuto il ciclo quest’anno, sono preoccupata!»

«Signora, l’ultimo calore quando l’ha avuto?»

«Cinque mesi fa, non dovrebbe averlo ogni due mesi?»

«Non si preoccupi, la cagna ha il calore ogni sei mesi, piuttosto l’ha mai fatta accoppiare?»

Cambiando espressione del viso, sbiancato come sale marino, assume un’espressione di puro terrore e dice: «Dottore, ma che dice? Non lo dica manco per sogno eh! La mia Cindy è IMMATRICOLATA!»                          *immacolata

Meno male

«Dottore succede qualcosa se un persona prende le pastiglie che lei m’ha dato per il cane?»

«Bah, no, ma…»

«No, perché avevo diviso la compressa come mi aveva detto, metà l’ho data a Stely, e l’altra metà l’ho messa in una tazzina per non perderla… Però poi è venuta un amica di mia mamma e hanno bevuto il caffè.»

Gatto magrebino

«Dottore, il mio gatto non beve mai, sa è un gatto desertico… Ho paura che possa morire dissetato.»                                                    *disidratato

Matematica 

–«Quanti anni ha il cane?»                                                                                 «Quattro.»                                                                                                           «Quattro? Ma voi non l’avete preso quando era cucciolo?»                                          «Si, sette anni fa.»

–«Dottore, ma questo farmaco lo devo dare per un settimana o per sette giorni

Genio

–«Dottore, il mio gatto sta proprio male ma, è aggressivo e non si fa prendere… Allora le ho portato il fratello, che è tale e quale così almeno lei può farsi un’idea.»

–«Dottoressa quante urine devo portarle, per le analisi?»                                                                                          «Circa un dito.»                                                                                                                                                                 In evidente stato d’ansia: «Dottoressa, ma un dito per così (verticale) o per così (orizzontale)?»

Malvagità aviare

Un ladro entra in un appartamento buio, ma fatti due passi sente una voce: «Attento! Gesù ti vede!»

Terrorizzato l’uomo resta immobile, ma dopo pochi secondi, di nuovo la voce nel buio: «Attento! Gesù ti ha visto, ti ha giudicato ed ora ti punirà!»

A quel punto il ladro accende la torcia elettrica e la punta verso la voce: illumina un pappagallo sul suo trespolo. Fra l’incazzato e il sollevato gli chiede: «E tu chi cazzo sei?»

«Io sono Joshua, il pappagallo.»

«Joshua, che nome idiota per un pappagallo!»

«Perché, Gesù per un rottweiler assassino ti sembra un nome intelligente?»

Miracolo

 Richiesta di visita a domicilio da parte di una cliente sconosciuta. Mi accoglie una giovane donna visibilmente pallida ed anoressica: «Dottore, il cane aveva la febbre alta ed allora ho cominciato a dargli io qualcosa in attesa della sua visita!»

«E che cosa gli ha dato?»

«Mi sono regolata come faccio sempre io quando non mi sento bene: ho scritto un’invocazione a Padre Pio e gliel’ho fatta ingoiare.»

Consulenza

«Dottore, sono dal falegname… Ad una mia amica è morto il gatto, saprebbe mica indicarmi le misure giuste per una bara?»

Bonjour finesse

 «Dottore, fino a che ora la trovo? Sa devo portarle urgentemente il mio Bobby, che si è appena sbucciato le palle!»

Bombarolo

«Il mio cagnolino non andava di corpo da tre giorni, e allora gli ho messo su sei supposte di nitrogligerina.»

Cani di razza pura

«Ho preso un cucciolo che ha il nome e cognome.»

«Il Johnny Walker!»

«Finalmente ho trovato il cane che voglio: uno Spritzer!» “Pringher”, “Springher”

“Iocchisciai”, “Rockscià”, “Rokkiscià”,”Rockfeller” “Yorkis”, “Tolkshow”, “Rotosciow”, “Workshire” (versione da lavoro)

“Pastore Maramaldo”, o “Maremare”, o anche “Manoamano”

Il famoso “Schnauztedesk” .

“Pinsker”

«Ho un cane grandissimo ma non so la razza.»

«Alano!”

«Certo che ha l’ano! Ha un buco di culo enorme!”

«Il mio cane è un Rottmansell: è un cane pericoloso, da autodifesa!» Detto anche “Rottivaglie” o “Rottenbailer”

«Sa, per mia figlia adesso stavo cercando un cane piccolo da portare in giro in braccio, a casa abbiamo già un “Alan-Lapsus” e un “Dogo francese”, sa quello piccolo con il muso schiacciato e le orecchie basse.»

“Labbrador: razza di cani, raffinati ed esperti baciatori.”                  “Laski” , “American Stranfords”                                                “Yackterrier” , “Farwest Terrier” , “Sky Terrier”

“Bulldozer”: razza da movimento terra.         “Bombermann”: il più pericoloso.                “QuaQua” (questa era difficile: è il chow chow)

«È un incrocio tra un cane siamese e un lupetto persico.»

«È un incrocio tra un rottweiler e un setter: ti stacca una gamba con un morso, però dopo te la riporta.»

 

Lo scrittore Lucio Sandon è nato a Padova nel 1956. Trasferitosi a Napoli da bambino, si è laureato in Medicina Veterinaria alla Federico II, aprendo poi una sua clinica per piccoli animali alle falde del Vesuvio.

Notevole è il suo penultimo romanzo, “La Macchina Anatomica”, Graus Editore, un thriller ambientato a Portici, vincitore di “Viaggio Libero” 2019. Ha già pubblicato il romanzo “Il Trentottesimo Elefante”; due raccolte di racconti con protagonisti cani e gatti: “Animal Garden” e “Vesuvio Felix”, e una raccolta di racconti comici: “Il Libro del Bestiario veterinario”. Il racconto “Cuore di figlio”, tratto dal suo ultimo romanzo “Cuore di ragno”, ha ottenuto il riconoscimento della Giuria intitolato a “Marcello Ilardi” al Premio Nazionale di Narrativa Velletri Libris 2019. Il romanzo “Cuore di ragno” è risultato vincitore ex-aequo al Premio Nazionale Letterario Città di Grosseto Cuori sui generis” 2019.

Sempre nel 2019,  il racconto “Nome e Cognome: Ponzio Pilato” ha meritatola Segnalazione Speciale della Giuria  nella sezione Racconti storici al Premio Letterario Nazionale Città di Ascoli Piceno, mentre il racconto “Cuore di ragno” ha ricevuto la Menzione di Merito nella sezione Racconto breve al Premio Letterario Internazionale Voci – Città di Roma. Inoltre, il racconto “Interrogazione di Storia”  è risultato vincitore per la Sezione Narrativa/Autori al Premio Letizia Isaia 2109.

Articolo correlato:

https://wp.me/p60RNT-4kS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: