Il bestiario veterinario

di Lucio Sandon

Prefazione. Accettare di scrivere la prefazione di un libro, sia pure una raccolta di battute comiche, per un attore come me destinato per natura a far divertire e ridere le persone, può diventare un lavoro difficile. Potrei infatti diventare noioso, circostanza assolutamente da evitare per chi fa il mio mestiere.

In questo caso però, ho fatto un’eccezione per due motivi. Il primo è che questo è un libro divertente: in genere il veterinario è visto come un serio professionista che scruta con

attenzione i nostri animali e compie strane manovre con siringhe e provette, ma scorrendo queste pagine ci si accorge che sotto quei camici immacolati e dietro a quegli occhiali dalle montature severe si nascondono degli animi giocosi, e che nascosto da uno sguardo austero, si può sempre nascondere un “principe della risata”.

L’altro motivo che mi ha spinto a scrivere queste poche righe (ho finito, non preoccupatevi!) è che questo libro ha un nobile intento: donare tutti i proventi, compresi i diritti d’autore, all’Ospedale Universitario Pediatrico Meyer, di Firenze per la ricerca finalizzata alla Pet Therapy, che per chi non lo sapesse, è l’uso a scopo terapeutico degli animali per la cura delle malattie dei nostri bambini.

Vi lascio alla lettura, sperando che questo libro vi regali momenti di sano divertimento.

Di certo regalerà speranza e sorrisi a tanti bambini. Biagio Izzo

Malvagità aviare. Un ladro entra in un appartamento buio, ma fatti due passi sente una voce: «Attento! Gesù ti vede!»

Terrorizzato l’uomo resta immobile, ma dopo pochi secondi, di nuovo la voce nel buio: «Attento! Gesù ti ha visto, ti ha giudicato ed ora ti punirà!»

A quel punto il ladro accende la torcia elettrica e la punta verso la voce: illumina un pappagallo sul suo trespolo. Fra l’incazzato e il sollevato gli chiede: «E

tu chi cazzo sei?»

«Io sono Joshua, il pappagallo…»

«Joshua, che nome idiota per un pappagallo!»

“Perché, Gesù per un rottweiler assassino ti sembra

un nome intelligente?»

Fiducia illimitata. Telefonata, ore 12.00: «Dottore, mi è morto il cane

alle sette e mezza, se lo porto me lo rianima?»

Fiducia limitata. Signore arriva in ambulatorio con cane chiaramente morto: «“Mi spiace, purtroppo non c’è niente da fare.»

E lui: «Neanche se vado da uno bravo?»

Zoccola. «Dottoressa lei è meretrice di lode, le sarò grato per

tutta la vita!»

Cane Nuotatore Sfortunato. «Dottorè, m’aggio comprato ‘nu leviere affogato dint’ò

‘o citofono! »

*trad. : Ho comprato un levriero Afghano al cinodromo.

Metereopatica. «Dottore voglio sterilizzare la cagna…quando lo possiamo fare?»

«Signora, bisogna aspettare che passi il calore.»

«Ah, va bene… allora la operiamo a novembre: di sicuro finisce il calore!»

Prova Provata. Casa di un giovane veterinario, notte fonda. Improvvisamente squilla il telefono, una donna urla: «Dottore, la prego! La mia cagnetta e il cane di un vicino si sono incollati, e non riesco a separarli!»

Il veterinario, con pazienza le suggerisce di usare un secchio d’acqua, ma lei risponde: «Ho già provato, ma non funziona!»

«Ha provato a separarli usando una scopa?»

«Si, ma non ha funzionato!»

Il veterinario riflette per qualche secondo. «Ascolti, ecco cosa deve fare: mi dia il suo numero di telefono, riattacchi ed io la richiamo subito. Quando il telefono suonerà, i cani si separeranno di sicuro!»

«Ma lei pensa veramente che questo sia efficace?»

«Beh, non posso garantirlo… Però su di me ha appena

funzionato.»

Ma si dai, ci arrangiamo lo stesso. «Allora signora ci vediamo domani alle 13.30 per l’ecografia.»

«Si, si … Farò il possibile per non fare tardi. Ma posso venire anche senza il cane, così faccio prima?» 

Sala d’attesa. «Ho portato il cane dal veterinario perché ha il vizio di mordere mia moglie.»

«Lo vuole far abbattere?»

«No, devo fargli arrotare i denti.»

Erode. «Devo sterminare tutta la cucciolata.»

Depravato. «Quando litigo con mia moglie, il cane sodomizza e

non mangia più.»

Porco. «Il mio bulldog russa, specialmente quando dorme in

posizione suina.»

Tutte le altre fulminanti battute, raccolte negli ambulatori veterinari di mezza Europa, si possono trovare nel Libro del Bestiario Veterinario edito da Alphalibri. I proventi dei diritti d’autore di Lucio Sandon vengono integralmente devoluti alla Clinica Pediatrica Meyer di Firenze.

 

 

Lo scrittore Lucio Sandon è nato a Padova nel 1956. Trasferitosi a Napoli da bambino, si è laureato in Medicina Veterinaria alla Federico II, aprendo poi una sua clinica per piccoli animali alle falde del Vesuvio. Appassionato di botanica, dipinge,  produce olio d’oliva e vino, per uso famigliare. Il suo ultimo romanzo è La Macchina Anatomica, un thriller ambientato a Portici. Ha già pubblicato il romanzo Il Trentottesimo Elefante; due raccolte di racconti con protagonisti cani e gatti: Animal Garden e Vesuvio Felix, e una raccolta di racconti comici: Il Libro del Bestiario.

 

Articolo correlato:

https://wp.me/p60RNT-4kS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: