Il cuore dell’Oriente nella Città delle Sirene

di Antonio Vitale

NAPOLI – Alla Mostra d’Oltremare nei giorni 23, 24 e 25 settembre si è svolto il Festival dell’Oriente, una Kermesse ricca di eventi che hanno spaziato dalle danze tipiche dei vari Paesi partecipanti, ai concerti, a veri e propri spettacoli di cultura e di arte orientale.

stand-alimentazione

Imponente la partecipazione dei venditori di ogni genere, stile e nazione che attraverso i propri stand hanno dato ai visitatori la possibilità di acquistare prodotti tipici del Paese espositore: dai prodotti alimentari, ai di complementi d’arredo fra i quali le statue del Buddha in ogni materiale e dimensione, le campane tibetane, calici e ciotole.

bonsai

L’abbigliamento era principalmente rappresentato da tessuti e abiti come kimono e costumi di danza,  mentre il  giardinaggio è stato caratterizzato dai bonsai.

meditazione-buddista

Forte la componente spirituale imperniata principalmente sul Buddismo. Infatti la figura del Buddha incombeva in ogni luogo: grandi statue della divinità ricordavano ai visitatori la filosofia e della cultura dell’Oriente.

operatrice-tailandese

Gli ambienti coperti della Mostra d’Oltremare hanno ospitato sul lato sinistro gli stand commerciali e dal lato opposto le sale conferenze dove si sono alternati convegni su numerose discipline e tematiche inerenti alle culture del Sol Levante e gli stand dei vari operatori del benessere ispirati alle filosofie orientali.

Massaggio Ayiurvedico
Massaggio Ayiurvedico

Grande rilievo alle varie forme di massaggio orientale, dallo Shiatzu all’Ajurvedico fino a quello Tailandese, ma anche tecniche nuove come il massaggio in Amaca.

In fondo a tutto uno speciale spazio riservato alle Arti Marziali, che hanno visto svolgere esibizioni nelle discipline tradizionali come Judo, Karate, Aikido e Kung Fu, ma anche discipline nuove nate dalla evoluzione e dalle commistioni delle varie arti marziali.

dimostrazione-di-karate

Nel contesto della tre giorni si è inoltre tenuto l’Holi Festival, una festa tipica della religione induista che celebra l’amore del bene sul male attraverso l’integrazione fra i vari popoli del mondo. La caratteristica di questi festeggiamenti sta nel cospargersi di polveri colorate che dipingono volti, capelli ed abiti con pigmenti indiani che i partecipanti si lanciano festosamente.

yoga-danza

Una kermesse a tutto tondo sull’enorme Universo Oriente che attraverso un viaggio fra le varie culture ha dato modo al visitatore di conoscere realtà sicuramente diverse da quelle occidentali. Realtà da cui c’è molto da apprendere.

concerto-buddista

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: