Il legume, oro dell’alimentazione

di Stanislao Scognamiglio

NAPOLI – Leguminosa, la manifestazione organizzata da Slow Food Campania, con il sostegno del Ministro delle politiche agricole alimentari e forestali (Mipaaf) venerdì 4 marzo ha aperto al pubblico in piazza Dante.

L’evento, che si concluderà domenica 6 marzo, si inquadra nel novero delle iniziative celebrative dell’Anno internazionale dei legumi 2016, decretato dalle Nazioni Unite (68/231. Risoluzione adottata dall’Assemblea Generale il 20 dicembre 2013) per promuovere il potere proteico e i benefici per la salute umana dei legumi.

Con lo slogan «Semi nutrienti per un futuro sostenibile», l’Assemblea Generale dell’ONU ha inteso sollecitare il consumatore a prendere «consapevolezza dei molti vantaggi dei legumi, incrementarne la produzione e il commercio, e incoraggiare utilizzi nuovi e più intelligenti lungo tutta la catena alimentare».

La kermesse napoletana, al grido Sociale, Solidale, Sostenibile, Scegli il tuo legume quotidiano, si è annunciata come “volano” di sviluppo per un settore della produzione agricola, a cui in questi giorni, il mercato è limitatamente interessato.

Allo stesso tempo, è stata posta in evidenza la sostenibilità delle produzioni delle varie specie di legumi (ceci, fagioli, fave, lenticchie, piselli, fra i più consumati; arachidi, cicerchie, lupini, soia, fra i meno usati), di porre l’accento sul valore economico e nutrizionale dei legumi.

Ingiustamente sottovalutati, i legumi secchi, rivestono, invece, un ruolo fondamentale nell’alimentazione umana, in virtù del loro alto valore proteico. Rispetto ai legumi freschi, molto ricchi in acqua, essi presentano un maggiore contenuto di proteine, grassi, carboidrati, vitamine e sali minerali.

Obiettivo principale della manifestazione è quello di «aiutare a comprendere ed approfondire il legame che c’è tra consumatore, territorio, agricoltura ed ambiente. Un modo nuovo per avvicinare al consumo dei legumi e dunque ad una nuova fruizione, anche, del nostro territorio”.

Provenienti dalle cinque province campane e da altre regioni d’Italia, produttori e associazioni presenteranno i loro semi:

Provincia di Avellino

Pro Loco Volturara Irpina – Pro Loco Frigento – Azienda Agricola Maria Ianniciello – Azienda Agricola Beatrice Fiorenza – Azienda Agricola Gaudiciello – Azienda Agricola Petrilli – Azienda Agricola Grasso Raffaele – Azienda Agricola Pericle

Provincia di Benevento

Masseria Masella – Società Agricola Semplice La Rufesa – Azienda Agricola Torre a Oriente – Masseria della Contessa – Azienda Agricola Riccio Carmela 

Provincia di Caserta

NCO – Nuova Cucina Organizzata / Fattoria Sociale “Fuori di Zucca”  – Azienda Agricola Nicola Migliaccio – Azienda Biologica Immacolata Migliaccio (ABIM) – Cannavina Filippelli – Azienda Agricola San Cassiano – Azienda agricola Valle Chiarelle – Azienda agricola Fabio Gagliardo – Del Sesto Francesco – La sbucciatrice – Azienda Agricola D’Andrea Gennaro 

Provincia di Napoli

Mensa dei Poveri di Santa Chiara / Progetto “Legume sospeso” – Comunità del Cibo della Cicerchia e degli Orticoltori Flegrei – Azienda Agricola Sabato Abagnale – Azienda Agricola Bruno Sodano – Azienda Agricola Vincenzo Egizio – Azienda Agricola Giulio Dubbioso – Cooperativa Agricola La Ginestra – Madrenatura Agricoltura Naturale

Provincia di Salerno

Azienda Agricola D’Angiolillo – Azienda Agricola Michele Ferrante – Azienda Agricola Deaterra – Azienda Agricola Sole di Cajani – Casale Denazzano – Azienda Agricola Gasparro – Azienda Agricola Corbella – Azienda Agricola San Felice – Lucia Marilena – Agrimell – Orte Gorga – Azienda Agricola “Li Vacanti” – Fattoria Alvaneta

Abruzzo

Associazione Produttori Ceci di Navelli

Basilicata

Arca del Gusto dei legumi italiani – Mele Domenico – Azienda Agricola Belisario – Azienda Agricola Giovanni Bianconi

In partenariato partecipano:

Lazio
Arcipelago SCEC – Di Palma Basilio – Di Pietro Umberto – Associazione Produttori Lenticchia di Rascin
Puglia

Azienda Agricola Cannarozzi

Hanno contribuito alla realizzazione della manifestazione, i seguenti partner:

Pastificio G. Di Martino – Eccellenze Campane – Alma Seges – Sannio Consorzio Tutela Vini -Consorzio Vini Vesuvio Dop – Alce Nero – GMA Specialità – Ferrarelle –  Coopculture / Campania Artecard – Trenitalia – Legambiente Campania – WWF Campania – Agrocultura TV – CRA ORT di Pontecagnano – Progetto Salve Agrigenet – Amici del Sigaro Toscano – Distilleria Petrone – Associazione “I Mesali”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *