Il Libro, Portici Lapidaria

In prossima uscita il libro di Stanislao Scognamiglio “Portici Lapidaria”, un appassionato e appassionante baedeker per ri-scoprire Portici

Passeggiando per le strade di Portici, visitando ville patrizie, chiese, e parchi pubblici spesso capita di imbattersi in lapidi e iscrizioni che testimoniano vicende o personaggi che in qualche modo hanno inciso sulla vita cittadina.

In Portici Lapidaria il lavoro certosino dell’autore, Stanislao Scognamiglio, è partito da queste testimonianze “di pietra” giungendo a “ritroso” al racconto della vita dei protagonisti e gli avvenimenti della storia di Portici, a carattere sociale, politico, clericale, di eventi naturali.

Un libro in due volumi che comprende una carrellata delle lapidi incise: nella prima parte quelle antecedenti al Primo secolo dopo Cristo fino all’anno 1897, nella seconda quelle che vanno dall’anno 1901 fino ai nostri giorni.

Una sorta di Antologia di Spoon River: il corso degli eventi visti da una angolazione innovativa che si è rivelata un metodo di indagine più capillare rispetto a quelli sinora applicati.

Scognamiglio nell’introduzione a Portici Lapidaria sottolinea che sono state «… prese in considerazione, siano esse di piccola o di grande dimensione, di semplice o complessa struttura, tutte le iscrizioni poste all’esterno o all’interno degli edifici pubblici e privati, delle chiese, delle cappelle, delle caserme e del cimitero e delle scuole.»

Nel volume l’autore ha riportato «… il testo dell’iscrizione, dando voce ai documenti … aggiungendo un succinto profilo biografico del personaggio, una breve descrizione dell’accaduto o della curiosità, l’immagine.»

Scognamiglio ha presentato ogni lapide in ordine cronologico. Ha evidenziato alcune curiosità legate a iscrizioni: sebbene destinate a un uso diverso, se ne citano due utilizzate come soglie di balconi, e altre due dedicate a animali, un cane e addirittura una scimmia.

Altre, purtroppo, «… soggette indiscriminatamente alle ingiurie dell’uomo e del tempo, versando in uno stato di lento e inesorabile decadimento, si avviano a essere inevitabilmente perdute.»

Portici Lapidaria, è un appassionato e appassionante baedeker che tra i suoi primi scopi ha quello di «… attirare l’attenzione del cittadino e dell’occasionale visitatore di passaggio in città, su questa particolare variegata e interessante galleria.»

Portici Lapidaria è arricchito dalle testimonianze della professoressa Giuseppina Scognamiglio, padre Oreste Maria Casaburo e la giornalista Tonia Ferraro.

L’autore. Stanislao Scognamiglio è nato a Portici nel 1951.  Laureato in Scienze Agrarie alla Facoltà di Agraria dell’Università degli Studi di Napoli  Federico II, maturata l’esperienza nel campo della formazione professionale in Agricoltura, funzionario agronomo, ha lavorato poi nella Pubblica Amministrazione.

Nei momenti liberi si dedica alle sue tante passioni, che spaziano dall’approfondimento della storia locale, alla ricerca di libri rari, al giornalismo, alle Scienze e, persino, all’attività arbitrale nel campo dell’Atletica Leggera.

Ha al suo attivo la pubblicazione dei volumi ed opuscoli:

  • La Pagliarella. Enaip Campania Sede Provinciale di Napoli, 1983. Con Gennaro Galano.
  • Lo Sport nei Comuni della provincia di Napoli. CONI – Comitato Provinciale di Napoli, 1987. Con Gennaro Manzo e Massimo Bellotti.
  • Il tappeto di fiori a Portici. Quaderni Porticesi, numero 9. Libreria San Ciro. Portici, 1999.
  • Portici dal 1700 al 1860. Son venuti e ne hanno scritto. Libreria San Ciro. Portici, 2004 con Teodoro Reale
  • Palazzo Valle. Da residenza gentilizia… a quartiere militare, da caserma… a ospedale militare, da casa di pena… a scuola militare. Arti Grafiche Chiarizia. Portici, 2006.
  • Mariano Fortuny e Portici. Portici, 2007. (offset)
  • Guida alle Fattorie Didattiche della Campania.  Con Antonio Tallarico. Edizioni: 2006, 2007, 2009, 2009-10, 2011, 2013.
  • Il Padre Salvatore Iovino e i Frati Francescani Minori in Portici. La Cetra Angelica. Portici. Novembre 2009. Con Oreste Casaburo
  • Palazzo Valle. Da villa rustica … a casa di letizia, da residenza gentilizia… a quartiere militare, da caserma… a ospedale militare, da casa di pena… a scuola militare. Arti Grafiche Chiarizia. Portici, 2015.
  • Mariano Fortuny a Portici. Cento giorni di felicità… Portici, 2016.

Vanta, inoltre, collaborazioni giornalistiche con le testate: Campania Sport, Radio Break Campania, Campania Agricoltura (servizi fotografici), La Voce Vesuviana, Agrimonitor, Informacomune Portici on line, Obiettivo Campania Sapori e Tradizioni, Lo Speaker, LoSpeakersCorner, MATACultura.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: