Il Teatro, Sartoria da Sasà

Nella tenuta dell’AAla compagnia Le Ali del Teatro ha messo in scena l’atto unicoSartoria da Sasà”

SAN SEBASTIANO AL VESUVIO (NA) – In occasione di Olio su tela, VIII edizione degli eventi organizzati dall’Azienda Agricola Punzo nella tenuta di viale degli Astronauti si è tenuto lo spettacolo all’aperto Sartoria da Sasà

La pièce, messa in scena dalla compagnia Le Ali del Teatro è un atto unico dell’autore e regista Mario Pasquale, con la coregia di Maria Giustiniani.

All’ interno della commedia si è esibita la scuola di ballo la Manu Dance  e del favoloso duo Lina & Carmine.

Sul palco, oltre allo stesso Mario Pasquale, si sono avvicendati gli attori Melania Raia, Mary Fazio, Rico Guidone, Gerardo Farina, Nico Palladino, Michela Paudice, Lucia Orsini, Cristina Andolfi, Cetty Cascione, Anna Iovino.

Sinossi. Sartoria da Sasà narra di un prestigioso atelier di Napoli che cuce vestiti per ballerini, attori di teatro e personaggi importanti,  gestita dal maestro sarto Sasà,  con le sue dipendenti,  Caterina mezza abbonata  e Bianca un po’ cattivella.

La sartoria, viste le forti entrate,  viene presa di mira da un sedicente ladro che si veste da monsignore in modo da frequentare il locale di alta moda. Ha così la possibilità di organizzare una grossa truffa proprio ai danni della sartoria.

L’atelier è frequentato dal  vecchio zio di Sasà, Zi Nicola,  un po’ rattuso ma attento alle finanze del nipote, e dalla signora Michela che abita di fronte,  che non ha mai lavorato in vita sua ma cura bene i fatti degli altri, pettegola purosangue da sette generazioni. La sua preoccupazione è quella di istruire il figlio, ormai trentenne , all’arte di non lavorare, per poter continuare la tradizione di famiglia.

Cliente affezionata è la marchesina Eleonora, con la fissa della dieta senza risultati, del fidanzato della cugina di Caterina,  Federico, con problemi di gastroenterite  messa a dura prova dalla distratta Caterina che gli procura danni irreparabili.

Nella casa di moda non poteva mancare il poeta o per lo meno l’illuso poeta Don Gerardo. I suoi  versi, veramente da piangere, suscitano anche in Sasà l’arte di provare a scrivere con risultati deludenti.

Quindi arriva la signora Adele, tornata dopo tanti anni dall’America per il suo anniversario di matrimonio e può riabbracciare sua figlia Carla. Porta con sè una medicina che sa di magico, un elisir di giovinezza che procura grossi equivoci.

Il finale … Ma mica vi possiamo raccontare tutto… Non dovrete mancare alla prossima rappresentazione!

L’evento Olio su tela dell’Azienda Agricola Punzo è stato patrocinato dal  Comune di San Sebastiano al Vesuvio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: