Il tempo, grande scultore

NAPOLI – All’Archivio del Banco di Napoli in via Tribunalipittori del Seicento napoletano – Caravaggio, Mattia Preti, Velasquez – ma anche le figure femminili e dimenticate del Siglo de Oro partenopeo saranno i protagonisti del secondo stage di “L’Archivio narrato ovvero il tempo, grande scultore”, il ciclo di otto incontri che si concluderanno l’11 giugno 2016sulla narrazione e la drammaturgia proposti dalla Lalineascritta, il laboratorio di scrittura  condotto da Antonella Cilento che lo ideò ben 23 anni fa.

Uno stage per rispondere alla domanda: «Cosa viene prima, la trama o i personaggi? » Per Aristotele vince la trama, tuttavia, ammette che senza personaggi nessuna trama è credibile: in questo stage i materiali d’archivio saranno osservati soprattutto in funzione delle personalità nascoste nei documenti.

Volti, corpi, comportamenti, tic, abitudini, conflitti: ecco la materia di cui sono fatti i sogni e i personaggi che saranno inventi insieme. Personaggi principali, ovvero i protagonisti, personaggi a tutto tondo ma anche personaggi secondari, piatti o “pasticca”: le moltitudini che servono a sorreggere le storie e le loro tipologie. Da guida, come sempre in questo percorso, grandi classici del genere storico.

L’Archivio Narrato è un ciclo mesile di otto stage di scrittura (calendario completo su www.lalineascritta.it) e intende formare i partecipanti alla costruzione del racconto e del romanzo storico a partire dalle fonti economiche della Fondazione Banco Napoli, che custodisce nelle sue 330 stanze il più grande archivio bancario d’Europa.

Tra i tanti documenti conservati  – “bancali” e “fedi di credito”, antenati degli attuali assegni bancari  – si trovano anche gli ordini di pagamento delle Sette opere della Misericordia o della Flagellazione di Cristo proprio del grande pittore Michelangelo Merisi da Caravaggio o, ancora, l’incarico dato al pittore nel febbraio del 1607 dal commerciante slavo Niccolò Radolovich per un dipinto da finire entro il dicembre dell’anno successivo con un anticipo di 200 ducati. Si trattava di una pala d’altare raffigurante una Madonna col bambino insieme ad alcuni santi da realizzare a Polignano a Mare. Opera forse persa, forse mai eseguita. Sul punto gli studiosi si dividono ma la descrizione dell’opera, contenuta nei documenti bancari, al momento è l’unica disponibile.

Ma nello stage della Lalineascritta, che non è nuova a questo genere di attività – in ventitré  anni ha realizzato percorsi simili presso l’Archivio di Stato di Napoli, la Fondazione Querini Stampalia di Venezia, presso pinacoteche e musei, dalla Stuart di Parma a Capodimonte – ci sarà spazio anche per Mattia Preti, altro importante esponente della scuola napoletana del Seicento.

Nato a Catanzaro nel 1613 –  e per questo detto Cavaliere Calabrese e, poi, effettivamente nominato Cavaliere da Papa Urbano VIII  durante la sua permanenza tra il 1630 e il 1649 a Roma – Mattia Preti è ricordato per aver affrescato  le porte della città durante la peste tra il 1657 e il 1659 nonché per la sua famosa tela “La Peste di Napoli”.

Altro protagonista dello stage di narrativa condotto dalla scrittrice Antonella Cilento sarà il pittore spagnolo  Diego Velázquez (nato a Siviglia nel 1599). Nel 1623 il conte duca di Olivares, potente ministro di re Filippo IV lo chiama per diventare il pittore ufficiale di corte e, nell’ambito dei suoi lunghi viaggi in Italia, Velásquez sarà due volte a Napoli nel 1629 e 1649, subendo la grande influenza della scuola caravaggesca.

Gli stage si svolgeranno il venerdì (dalle ore 14:30 alle 19:00) e il sabato (dalle ore 10:00 alle 13:00 e dalle ore 14:30 alle ore 19:00).

Questo il calendario dei successivi incontri:

  • venerdì 15 e sabato 16 gennaio 2016: L’albergo dei Poveri – Ambienti, il profumo dei luoghi
  • venerdì 12 e sabato 13 febbraio 2016: Un incendio al Banco – Di lama e di trama
  • venerdì 11 e sabato 12 marzo 2016: 1799: i personaggi dimenticati – Racconto o romanzo?
  • venerdì 15 e sabato 16 aprile 2016: La scena della storia
  • venerdì 13 e sabato 14 maggio 2016: Sentire le voci
  • venerdì 10 e sabato 11 giugno 2016: Smontare e rimontare

Per informazioni e iscrizioni

www.lalineascritta.it, info@lalineascritta.it, laboratori@lalineascritta.it,

tel. 081.2462079 / 349.6303260

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *