Il Vangelo di Gesù in semplicità

Altri cento giorni con Gesù, il libro di Alessandro Ginotta, un viaggio nella luce  e nella speranza percorso con semplicità

Alessandro Ginotta, giornalista, scrittore e… pescatore di uomini digitale. È suo il libro Altri cento giorni con Gesù, 2020, Tau Editrice. Un viaggio nella luce che traccia un percorso di speranza attraversando alcune ombre, cavalcando l’amore, proprio come Gesù affrontò la Croce.

L’autore collabora con La voce e il Tempo, il settimanale della Diocesi di Torino. Inoltre scrive per Zenit, Rivista Maria Ausiliatrice e altri periodici cattolici. Cura l’ufficio stampa della Società San Vincenzo De Paoli.

Spiega Alessando Ginotta: Da sempre dedico le ultime ore della giornata alla scrittura. Spento il cellulare e terminato il lavoro mi concedo qualche momento per alleviare la sete di infinito che cova nell’anima di ciascuno di noi. Leggo e rileggo il Vangelo del giorno dopo, poi mi metto davanti ad una pagina vuota e… inizio a riempirla.

Nasce così la #Santanotte, il post quotidiano sui social network. Il suo blog personale è www.labuonaparola.it

Alcune volte le parole scaturiscono rapidamente; come un fiume in piena trasformano l’arida giornata in un terreno fertile, su cui costruire il domani. Altre volte invece, il brano proposto dalla liturgia è più ostico e possono servire anche due o tre ore di ascolto spirituale prima di passare alla stesura del testo. Ma ogni sera è un’esperienza unica con il divino, un momento di dialogo e di preghiera che mi piace concludere pubblicando una bella immagine, di solito un dipinto rinascimentale, per rendere la parola più gradevole agli occhi.

Mi piace – prosegue l’autore – scrivere con parole semplici, per raggiungere anche i più distanti, anche i più distratti, anche chi proprio a Dio non ci pensa, forse perché lo conosce troppo poco. Questa è la mia missione: portare un po’ della luce di Dio nell’anima di tutti.

Nuovo perché rilegge i passi dei quattro evangelisti alla luce di oggi. Portando Gesù nella vita quotidiana, nel nostro tempo.

E così, nel 2020, dopo Cento giorni con Gesù e Signore Salvami, Alessando Ginotta decide di scrivere il suo terzo libro, Altri cento giorni con Gesù

Sottolinea Ginotta: All’inizio avevo pensato di lavorare al seguito di “Cento giorni con Gesù”, ma scoprii subito che Dio aveva in serbo per me altri piani. Fin dalla seconda pagina di “Altri cento giorni con Gesù” accadde qualcosa che trasformò profondamente la mia vita: la morte di mio padre. E poi, via via, una carambola di eventi che mi avrebbero proiettato lontano nello spazio e nel tempo. Mi venne subito in mente l’avventura di Giona, il profeta che, quanto più cercava disperatamente di ancorarsi alle certezze delle propria vita, tanto più veniva inseguito da un inesorabile destino, che si faceva beffe di ogni tentativo di sottrarvisi. E così ho bevuto il mio calice ed ho continuato a scrivere. Tutte le trasformazioni che mi sono venute addosso mi hanno spinto a pormi delle domande, a riflettere ed anche a pregare molto: perché Dio permette la malattia? E la morte? E perché esiste tutto questo male nel mondo? Così, lavorando su questi interrogativi, una goccia d’inchiostro in seguito all’altra, ho trovato delle risposte. E le voglio condividere con voi. Ho scoperto che nel dolore si cela una grande ricchezza e voglio provare a mostrarvi come l’ho trovata.

Man mano, i dubbi scomparivano e rimaneva una certezza: Dio è più grande.

Leggendo Altri cento giorni con Gesù ognuno di noi potrà trovare  risposte e ri-scoprire che Dio trasforma … ogni goccia di dolore in un oceano di serenità.

https://youtu.be/Ae_PaVxiw08

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: