Judo Days per insegnare il rispetto

SAN GIORGIO A CREMANO (NA) – Tre giorni dedicati ai valori dello Sport con il campione olimpico di Judo Pino Maddaloni. L ‘evento Judo Days si svolgerà 13 al 15 luglio nel Palaveliero ed  è patrocinato dalla Città di San Giorgio a Cremano: il messaggio che l’Amministrazione guidata dal sindaco Giorgio Zinno e il maestro di judo Gianni Savarese intendono diffondere ai bambini e agli adolescenti che vi parteciperanno è quello del rispetto come strumento di forza e di coraggio, di civiltà e di crescita. Rispetto dell’altro e dell’avversario.

Il Maestro Gianni Savarese, organizzatore di Judo Days, accoglierà quasi 200 ragazzi da tutta Italia che saranno protagonisti  di una full immersion in questa disciplina insieme con Pino Maddaloni. Protagonista e direttore tecnico dello stage infatti sarà proprio il campione olimpico, e ogni giorno saranno presenti anche Laura Maddaloni, sorella di Pino e pluricampionessa nazionale di Judo e il padre Gianni, che da oltre 10 anni allena i ragazzi di Scampia.

Il progetto è stato  presentato nella sala consiliare del municipio sangiorgese, presenti il sindaco Zinno, l’assessore allo Sport Sarno e ad altri rappresentanti istituzionali, e atleti professonisti, tra cui Imma Cerasuolo, vincitrice della Medaglia d’oro alle Paralimpiadi di Atene.

Alla presentazione ha partecipato anche la professoressa Maria Luisa Iavarone che non ha esitato a raccontare la drammatica esperienza del figlio ferito da una baby gang, una bruttissima vicenda che ha superato anche grazie allo sport e Gianni Borrelli, docente di Scienze Motorie all’Università Parthenope.

Così il sindaco Giorgio Zinno: «Siamo molto orgogliosi che un evento del genere si svolga a San Giorgio a Cremano perchè la nostra città è da sempre al fianco dei bambini e degli  adolescenti  nel loro percorso di crescita con l ‘obiettivo di renderli adulti consapevoli. Con piacere ho notato anche la presenza  di alcuni dirigenti scolastici, testimonianza del lavoro che svolgiamo in sinergia con le scuole per i nostri ragazzi. Accogliere un’opportunità come i Judo Days significa offrire ai giovani non solo lezioni sulla disciplina ma vere e proprie lezioni di vita dove il rispetto diventa un mantra e lo sport assume il ruolo di strumento motivazionale per migliorarci».

«Sono felice di poter essere testimonial e direttore tecnico di un evento come questo – ha detto Pino Maddaloni perchè l’intento con cui abbiamo realizzato tutto questo è quello di trasmettere innanzitutto i valori del judo. Questa disciplina ha un alto valore educativo e può insegnare ai ragazzi come allontanarsi da possibile devianze della vita quotidiana. Ne  è un esempio proprio il lavoro che mio padre svolge ogni giorno con i piccoli ragazzi di Scampia, presenti qui oggi».  

«San Giorgio a Cremano è una città aperta e propositiva – ha sottolineato il Maestro Savarese – dove lavorare con  bambini  diventa stimolante anche per la struttura, capace di ospitare 200 ragazzi provenienti da tutta Italia. Per questo ringrazio il sindaco che ha creduto in questo progetto e il Palaveliero che  ci accoglierà per tutto il week end».

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *