La Bellezza delle donne: fondotinta o crema colorata?

di Stefania Cannitiello

Care amiche, per il make up l’ideale sarebbe adoperare una base che si avvicini  il più possibile al vostro incarnato o al massimo di una o due tonalità più chiara rispetto al colorito della nostra pelle.

Nella scelta del colore possiamo testare il prodotto sulla fronte in modo tale che non risulti troppo differente dalla tonalità naturale della nostra pelle. La cosa più sbagliata è provarlo sul dorso della mano o polso perché il colore della pelle di queste zone è diverso da quella del viso.

Scopo del fondotinta è di uniformare il nostro incarnato e proteggere la pelle del viso dagli agenti atmosferici ed inquinamento. Il fondotinta è uno dei prodotti fondamentali per ottenere un trucco perfetto, ed è fondamentale scegliere quello giusto. Se si sbaglia la base anche tutto il resto del trucco risulta errato.

Il fondotinta fluido è sicuramente il più diffuso in commercio ed è confezionato in tubetto o in boccetta di vetro o plastica. Ha una texture leggera e la coprenza può variare da discreta a buona. Sicuramente tra le tipologie di fondotinta è quello più versatile perché in base alla sua formulazione abastanza idratante, può essere adatto per pelli secche, normali o grasse. Si applica con una spugnetta di plastica, appena bagnata,  tamponando e picchiettando senza strisciare ma tirando leggermente il prodotto, in modo da sfumarlo senza tralasciare, orecchie e collo.

Dopo si picchietta con i polpastrelli: in questo modo si riscalda la pelle garantendo un effetto più naturale. Infine con il pennellino bisogna ritoccare, gli angoli della bocca, degli occhi e ali del naso.

Il fondotinta compatto in crema è meno diffuso di quello liquido ma molto apprezzato in quanto data la sua consistenza cremosa garantisce una coprenza maggiore. Inoltre rispetto a qualsiasi altro tipo di fondotinta è più adatto in caso di evidenti discromie della pelle, poiché dà eventualmente la possibilità di insistere sulle zone con difetti.

Il fondotinta compatto in polvere è composto da pigmenti  in polvere pressati e si presenta in cialde. Si applica con una spugnetta naturale leggermente inumidita ed ha una coprenza  maggiore rispetto all’applicazione asciutta.

Per quanto riguarda la scelta del colore, se si fonderà perfettamente con la pelle abbiamo trovato quello giusto, se invece continueremo a vedere la macchia dovremo cambiare tonalità.

Sarebbe poi meglio applicare il fondotinta illuminando il viso con una luce naturale per il trucco da giorno e con una artificiale dai toni caldi per quello della sera.

Le tonalità da applicare sono:

  • Toni rosati per pelle spenta, dal colorito grigiastro
  • Toni beige per pelle chiara e pura
  • Toni albicocca per carnagione olivastra
  • Toni avorio per pelli arrossate e rossicce
  • Toni ambrati per pelle scura e abbronzata

Se la pelle è segnata da segni d’espressione o rughe e non volete evidenziarli usate sempre piccole dosi di prodotto.

Dopo aver applicato la base e il correttore si passa alla cipria che ha il compito di fissare il trucco. Essa va tamponata con l’apposito piumino su tutto il viso insistendo sotto la zona degli occhi, ali del naso e bocca. Dopo si danno, sempre con il piumino, dei colpetti sul viso e poi si passa il pennello per eliminare eventualmente degli eccessi.

La rubrica La bellezza delle donne è a cura di Stefania Cannitiello, estetista, visagista e truccatrice professionista. La sua mission è quella di trovare il make up migliore per esaltare e valorizzare la bellezza di ogni donna, rispettandone le caratteristiche fisiche e psicologiche. Svolge il suo lavoro con grande dedizione, precisione e professionalità.

Per contatti e appuntamenti: 3206273608; stefaniacannitiello@libero.it;  www.stefaniacannitiello.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: