La bellezza delle donne: i pennelli complementari

di Stefania Cannitiello

La scorsa volta vi ho parlato dei pennelli principali, spiegandovi il loro corretto utilizzo. Adesso vorrei focalizzare quelli complementari, che comunque hanno la loro importanza.

Quelli complementari sono:

  • questo pennello è da contouring, ha la punta arrotondata ed è ottimo per creare i punti luce su fronte, zigomi, ecc. Ha la grandezza di una moneta da 2 euro circa, é piatto e la setola deve essere morbida in modo da creare chiaroscuri molto sfumati.
  • Anche questo è un pennello da contouring, ha un taglio obliquo ma smussato ed è perfetto per ombreggiare l’ incavo sottozigomatico. Possiede le stesse caratteristiche del primo.
  • rimaniamo in tema di polveri e passiamo al pennello kabuki: è indispensabile se utilizzate un fondotinta minerale ma altresì è adatto per stendere ciprie e terre per un effetto un po’ più intenso. È un pennello rotondo, con il manico corto e le setole molto fitte e soffici: più le setole saranno fitte e morbide più la qualità sarà buona.
  • questo invece è un semplice pennello piccolino, utilissimo per tutti gli eventi di precisione come sfumare la matita o l’ ombretto tra le ciglia o anche per applicare l’eyeliner. Può essere sia piatto che tondo ma l’importante è che abbia setole lunghe al massimo 4 millimetri e ben compatte.
  • è il pennello penna, un pennello di precisione utilissimo per creare ombreggiature nella piega palpebrale e per illuminare l’angolo interno dell’occhio. È rotondo ed ha la grandezza, appunto, di una penna. Le setole sono molto compatte e fitte e lo rendono abbastanza rigido. Termina con una punta leggermente arrotondata.
  • simile al pennello penna è quello da sfumatura che serve appunto per sfumare gli ombretti applicati con i classici pennelli da ombretto, di cui vi ho già parlato. È leggermente più grande del precedente ed ha setole meno fitte e compatte, quindi risulta più morbido al tatto. Tutti i pennelli da sfumature devono essere morbidi.
  • In ultimo abbiamo il pennello a ventaglio, che ha due funzioni: spolverare il viso dai residui di ombretto che si depositano mentre ci trucchiamo e sfumare sulle guance il blush con un effetto molto leggero e naturale. Questo pennello ha la tipica forma ad arco ed è importante che abbia setole molto morbide per rimuovere al meglio la polvere dell’ombretto dal viso.

Stefania Cannitiello, estetista, visagista e truccatrice professionista. La sua mission è quella di trovare il make up migliore per esaltare e valorizzare la bellezza di ogni donna, rispettandone le caratteristiche fisiche e psicologiche. Svolge il suo lavoro con grande dedizione, precisione e professionalità.

Per contatti e appuntamenti: 3206273608; stefaniacannitiello@libero.it;  www.stefaniacannitiello.it

Articolo correlato: http://wp.me/p60RNT-1zK

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *