La dolcezza di una Napoli amara

di Stanislao Scognamiglio

PORTICI (NAPOLI) – Al chiostro del convento di Sant’Antonio  da Padova, in via dell’Università, n. 74 sabato 9 luglio alle 20.30 sarà di scena Gianni Aversano.

Accompagnato sul palco dai valentissimi strumentisti del Trio Napolincanto, gruppo da lui fondato nel 2004,  Aversano si esibirà nello spettacolo canoro Napoli doceamara.

Gianni Aversano, laureato in storia e filosofia, insegnante, cantante, attore, chitarrista e autore, con la particolarità comune a tutti i suoi spettacoli porrà «… in risalto, attraverso una forma di teatro-canzone che coinvolge ed affabula, la storia di un popolo eccezionale, il senso religioso e l’esaltazione dell’umano che sono al fondo delle canzoni più cantate del repertorio partenopeo».

L’encomiabile artista, dal 2008 anche voce solista dell’Orchestra Popolare Italiana di Ambrogio Sparagna,  vanta al suo attivo la seguente discografia: Scetate e guarda (2004); Napolincanto live (2005); Napule, popolo e Dio (2006); Rosa, Preta e stella (2008); Mozart e Pulcinella (2010), Antologia (2011); Miserere ’e me (2015).

Lo spettacolo di sabato 9 luglio è il primo appassionante appuntamento dedicato alla musica e all’arte, del ricco cartellone della XVI edizione di Giugno al chiostro, kermesse proposta dalla comunità dei Frati Minori Conventuali e organizzata da La Cetra Angelica onlus.

L’ingresso è libero e gratuito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: