La Musica nella Città della Musica

RAVELLO (SA) – Grande musica e grandi voci saranno protagoniste di La meglio gioventù, quattro concerti all’insegna del bel canto. Si prospetta ancora una settimana fitta di appuntamenti con i giovani allievi dei conservatori di Salerno, Napoli ed Avellino.

Inizio giovedì 6 giugno (ore 19) nella Chiesa di Santa Maria a Gradillo, con un’incursione nella liederistica romantica. Sul palco le voci di Chiara Cimmino, Virginia Magliacano (soprano); Antonia Elide Facciuto (mezzosoprano); Armando Napoletano (baritono) e Pasquale Petrillo (basso) accompagnate da Adriana Mendella al clarinetto e Michele Neri al pianoforte. I ragazzi del San Pietro a Majella di Napoli oltre a cimentarsi con i Lied di Schubert e Schumann, eseguiranno anche “canzoni” di Clara Wieck, Listz e Brahms.

Venerdì 7 giugno (ore 19) nella Sala dei Cavalieri di Villa Rufolo si passerà alle arie d’opera, in particolare, ad alcuni dei più famosi duetti d’amore contenuti nella letteratura operistica italiana. Le voci di Concetta Pepere (soprano), Enrico Terrone (tenore), Maurizio Esposito (baritono), accompagnate da Maurizio Iaccarino al pianoforte, allievi del Conservatorio Giuseppe Martucci di Salerno, spazieranno dal Rigoletto alla Bohème passando da Tosca e il Trovatore fino ad approdare a i Pagliacci e Andrea Chenier interpretando arie ormai celeberrime quali “La donna è mobile”, “Il balen del suo sorriso”, “E lucevan le stelle” piuttosto che “Mario, Mario, Mario…” e  “O Soave Fanciulla”. 

Sabato 8 giugno (ore 19) sempre in Sala dei Cavalieri saranno le voci di Marilena Ruta (soprano) e Marino Orta (basso) accompagnate da Concetta Varricchio al pianoforte, allievi del Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino, a guidare il pubblico in una ideale continuazione del viaggio nelle arie della letteratura operistica con tante pagine celebri di Verdi (dal Macbeth, Come dal ciel precipita; da Simon Boccanegra, Il lacerato spirito; da La traviata, Ah fors’è lui), Donizetti (dal Don Pasquale, So anch’io la virtù magica) Mozart (dal Don Giovanni, Là ci darem la mano) e altri. 

Domenica 9 giugno (ore 11.30) a chiudere la settimana di note, un matinée con l’Orchestra Giovanile del Conservatorio Domenico Cimarosa di Avellino diretta da Roberto Maggio. Nel giardino di Klingsor sarà eseguito un programma non usuale che mette insieme musiche di Arthur William Foote  (Air & Gavotte), la Serenata per archi di Norman Leyden, le Antiche arie e danze per liuto n.3 (libera trascrizione per archi) di Ottorino Respighi e Capriol Suite per archi di Peter Warlock.

Di seguito il programma in dettaglio

Eventi

Per maggiori informazioni: 089 858422 | www.ravellofestival.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: